NetflixNews

Alice in Borderland stagione 2: il finale spiegato – cosa significa il Joker?

alice in borderland stagione 2 finale

Il finale della stagione 2 di Alice in Borderland spiegato: cosa significa il Joker per la terza stagione?

Cosa significa la carta Joker alla fine della stagione 2 di Alice in Borderland? Ecco un’analisi del finale sconvolgente di Alice in Borderland.

Dopo due anni di attesa, otto nuovissimi episodi di puro caos e una nuova serie di giochi assolutamente selvaggi è arrivata su Netflix. La seconda stagione di Alice in Borderland si conclude con una rivelazione finale esplosiva e intrigante.

*attenzione seguono spoiler sulla seconda stagione*

La stagione 2 di Alice in Borderland ci vede riuniti con Arisu, Usagi e il resto dei sopravvissuti della prima fase dei giochi mentre si preparano ad affrontare le figure. Quasi immediatamente, vengono gettati nel vivo dei giochi contro il letale Re di picche e si fanno strada attraverso innumerevoli partite contro alcuni pericolosi avversari.

Ma proprio quando arriva il finale tra il dubbio di trovarti nella realtà o in un altro episodio di immaginazione, sembra che il gioco non sia ancora finito. Manca infattiun’altra carta che i giocatori devono ancora accettare…

Il riepilogo del finale della stagione 2 di Alice in Borderland

Dopo una battaglia assolutamente brutale con il re di picche che si traduce con quasi tutti i membri della squadra che vengono pugnalati, colpiti o che perdono i sensi, Arisu e Usagi arrivano quasi alla partita finale contro la regina di cuori.

All’apparenza il suo gioco sembra il più semplice. Tutto ciò che i giocatori devono fare è letteralmente giocare con lei in tre round di croquet. Non importa se vincono o perdono, devono solo non lasciare la partita.

Tuttavia, La Regina di Cuori mira a giocare un gioco più subdolo che comporta una pesante manipolazione mentale che quasi porta alla morte di Arisu e Usagi.

Dopo aver raggiunto l’arena della Regina di Cuori, Arisu gioca due partite di croquet e inizia subito a fare domande sul perché si trovino nelle Terre di Confine (Borderland) e su cosa diavolo siano le Terre di Confine. Mira tra un sorso di the e l’altro scatena i suoi giochi mentali.

Chi è la Regina di Cuori nella seconda stagione di Alice in Borderland?

All’inizio, Mira spiega che Borderland è un gioco di realtà virtuale a cui Arisu e Usagi hanno scelto di giocare, e lei è l’amministratore del gioco. Ma sta solo prendosi gioco di loro..

Quindi, spiega che l’intera faccenda è il risultato di un’invasione aliena. Spiega che è iniziata a circolare una voce tra i giocatori secondo cui i ricchi cittadini sopravvissuti a un attacco nucleare hanno creato androidi e hanno iniziato a scommettere su chi sarebbe sopravvissuto ai giochi. Ancora una volta, sta solo scherzando!

Mira quindi scatena la sua spiegazione più realistica e manipolatrice, e Arisu ci crede con tutto il cuore.

Gli dice che è la sua terapista e che l’intera faccenda è un’illusione nella sua mente che ha creato quando i suoi amici, Karube e Chota sono morti. E la morte è avvenuta quel primo giorno in cui abbiamo visto i fuochi d’artificio.

La spiegazione del finale della stagione 2 di Alice in Borderland: La manipolazione di Mira

La mente di Arisu viene trasportata in una sessione di terapia in cui Mira gli fa credere di essere la ragione per cui i suoi amici sono morti. Gli fa anche vedere una falsa realtà in cui sono stati investiti dalle auto durante la traversata, invece di arrivare a Borderland con lui.

Arisu inizia quindi a mettere in discussione la propria esistenza e se la sua vita abbia un significato o uno scopo. Fondamentalmente, l’intera faccenda è un enorme gioco mentale creato da Mira per far sentire in colpa e convincere Arisu che nessuno ha bisogno di lui e che non dovrebbe essere vivo.

E la cosa più importante è che arrivato il momento di arrendersi e smettere di giocare, tornando alla realtà. Ma questa è solo un’enorme trappola. Essenzialmente cerca di fargli dire, ad alta voce, che “si arrende” in modo che possa vincere la partita.

Usagi che è lì accanto a lui che assiste sanguinante, decide di tagliarsi il polso cercando di strapparlo dal gioco di Mira. Cerca di ricordagli chi è lei per lui e farlo rinsavire. Usagi alla fine riporta Arisu nel gioco, con i due che si dicono a vicenda che vogliono vivere e stare insieme.

Di fronte a questa scena, anche Mira si commuove e finisce “il gioco mentale”, ben consapevole di quello che l’aspetterà.

Arisu e Usagi vincono il gioco e Mira muore. Una voce annuncia ai giocatori rimanenti che hanno cancellato tutte le carte e ora verrà presentata un’ultima opzione: accettare la cittadinanza permanente a Borderland o rifiutare. Non vengono fornite altre spiegazioni.

Tutti i protagonisti (Arisu, Usagi, Chishiya, Kuina, Aguni, Ann, Niragi, Akane) declinano la cittadinanza, non sapendo bene cosa aspetterà loro il futuro.

Il finale di Alice in Borderland: come ci sono arrivati ​​i giocatori?

Dopo aver fatto la loro scelta, viene poi rivelato che il giorno in cui i giocatori sono finiti a Borderland, sono stati effettivamente colpiti da un meteorite che ha distrutto un raggio di 10 km a Tokyo. Tutti i giocatori si trovavano nelle vicinanze dell’incrocio di Shibuya quando sono stati colpiti.

In questa realtà (che presumiamo sia il mondo reale), i giocatori vengono trovati e portati in ospedale. Il fratello di Arisu spiega quindi che Karube e Chota sono morti (presumibilmente perché sono morti nei giochi), e che il cuore di Arisu si era completamente fermato per un minuto quando hanno trovato il suo corpo. Capiamo quindi che in quel minuto Arisu ha vissuto in Borderland.

I Borderlands sono essenzialmente quel luogo di confine tra la vita e la morte. Tuttavia, questa è la stessa spiegazione che otteniamo nella seconda stagione. Il resto della spiegazione viene lasciato molto all’immaginazione.

Apprendiamo anche che il tempo si muove in modo diverso nelle Borderlands e nel mondo reale. Arisu è stato tecnicamente morto solo per un minuto, eppure ha trascorso giorni nelle Terre di Confine.

Alice in Borderland stagione 3: cosa significa la carta Joker?

Sul finale della stagione 2 di Alice in Borderland, tutti i giocatori finiscono in ospedale per riprendersi dalle ferite. Alcuni stanno meglio di altri: Aguni è in coma e Ann è in condizioni critiche sul tavolo operatorio.

Nessuno di loro si ricorda l’un l’altro o cosa è successo nelle Terre di Confine. Arisu e Usagi si incontrano a un distributore automatico ed entrambi provano uno strano senso di déjà vu.

Nella scena finale, i due si allontanano insieme mentre la telecamera fa una panoramica dei giardini dell’ospedale, concentrandosi su un mazzo di carte. Le carte vengono spazzate via e l’ultima cosa che vediamo è la carta Joker.

Il cliffhanger ci lascia con diverse domande: i giochi sono davvero finiti? I nostri protagonisti della storia sono davvero finiti nel mondo reale o si trovano in una realtà alternativa?

La stagione 3, se ci sarà potrebbe chiarire molti punti lasciati in sospeso.

Riflettendoci un po’, se il Joker di Borderland opera nello stesso modo in cui farebbe un Joker in un gioco di carte, allora potrebbe agire come un enorme jolly.

E questo può significare solo una cosa: ancora più caos, ancora più morte e ancora più giochi per Arisu, Usagi e il resto dei sopravvissuti.

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

The Upshaws una commedia americana su Netflix dal 12 maggio

playblog.it

Move to Heaven guarda ora la prima stagione su Netflix

playblog.it

Virgin River Stagione 2 disponibile su Netflix

Lascia un commento