Tecnologia

AMD parla di CPU Zen 4 di nuova generazione, Ryzen 7000, Socket AM5 e molto altro

AMD parla di CPU Zen 4 di nuova generazione, Ryzen 7000, Socket AM5 e molto altro

AMD ha tenuto oggi il keynote del Computex 2022 e abbiamo tutti i dettagli su ciò che è stato mostrato, c’è stato un semi-annuncio della tecnologia del processore Zen 4 e abbiamo ottenuto informazioni concrete su ciò che AMD sta portando con la sua architettura di prossima generazione. Quindi tuffiamoci subito nello Zen 4 e nella serie Ryzen 7000.

Come previsto, Zen 4 è la nuova architettura CPU di AMD costruita utilizzando la tecnologia TSMC 5nm. Le nuove CPU utilizzeranno un nuovo socket AM5 che supporta molte nuove funzionalità. Tra poco parleremo dei chipset della serie 600, che arriveranno sul mercato per supportare le nuove CPU.

Alcune delle informazioni chiave rilasciate oggi riguardano i progressi dell’architettura che AMD sta facendo con Zen 4. Non si tratta ancora di un’analisi completa dell’architettura, ma AMD ha rivelato che Zen 4 avrà il doppio della cache L2 di Zen 3 per core, fino a 1 MB per nucleo. C’è anche un blocco hardware di accelerazione AI nel core della CPU e istruzioni specifiche per AI per mantenere Zen aggiornato con le richieste del software moderno che si sta muovendo sempre più verso l’elaborazione AI.

Per quanto riguarda le prestazioni, AMD prevede un aumento massimo di 5 GHz+ e un aumento delle prestazioni single-thread superiore al 15% per le nuove CPU.

Quando si tratta di frequenza, i processori Ryzen 7000 non saranno solo in grado di raggiungere 5,0 GHz. AMD ha mostrato una demo di un processore Zen 4 Ryzen 7000 con 16 core che eseguono Ghostwire Tokyo con una frequenza di boost fino a 5,5 GHz, come mostrato tramite un overlay in-game. Il numero stava fluttuando un po’, da circa 5,3 a 5,5 GHz, ma chiaramente i clock erano ben al di sopra dei 5 GHz.

È improbabile che questa sia una frequenza all-core. Inoltre, non è chiaro come fosse caricato anche un singolo thread quando è stata registrata la frequenza. Dopotutto, le CPU a volte devono ridurre la loro frequenza anche su un singolo core se il carico di lavoro è particolarmente pesante, quindi 5,5 GHz potrebbero non essere quelli che vediamo in una corsa Cinebench single-thread, ma è chiaramente una velocità di clock molto più alta rispetto all’attuale Zen 3 processori funzionano a.

L’attestazione di aumento delle prestazioni a thread singolo superiore al 15% non è un’attestazione IPC, è un’attestazione di prestazioni a thread singolo. AMD ci ha detto specificamente in un pre-briefing che questa era una combinazione di IPC e frequenza per raggiungere quel numero. Con Zen 4 chiaramente in grado di aumentare il clock, i guadagni IPC effettivi saranno inferiori a questa cifra.

In secondo luogo, sappiamo come hanno misurato l’aumento delle prestazioni.

Secondo le note di AMD, si trattava di un confronto tra una CPU Zen 4 di pre-produzione a 16 core e una Ryzen 9 5950X in Cinebench R23 single-thread, con la CPU Zen 4 dotata di 2×16 GB di memoria DDR5-6000 CL30. Questo non è un confronto a thread singolo con il 5800X3D, anche se in molte applicazioni la cache aggiuntiva non aiuta effettivamente con le prestazioni e invece porta le cose all’indietro.

Lo svantaggio che supponiamo è che un aumento delle prestazioni del 15% in Cinebench R23 single-thread non sarà sufficiente per Zen 4 per superare Alder Lake in questo carico di lavoro. Nei nostri ultimi test, l’Intel Core i9-12900KS è il 33% più veloce del Ryzen 9 5950X in Cinebench R23 single-thread e il 12900K è il 26% più veloce utilizzando la memoria DDR5 ad alte prestazioni.

AMD afferma che l’aumento per Zen 4 sarà maggiore del 15%, ma dovrebbe essere molto maggiore del 15% per prendere il comando, per non parlare delle nuove CPU che Intel avrà entro la fine dell’anno. Sicuramente se l’aumento fosse stato superiore al 20% come esempio, AMD l’avrebbe detto? In tal caso, un aumento, diciamo, tra il 15 e il 19 percento sarebbe piuttosto deludente.

Altrettanto importante è che Cinebench R23 è un forte esempio per Intel. In altri test come Adobe Photoshop e Factorio, la famiglia 12900K è nella gamma bassa del 20% più veloce. Comunque ancora superiore al 15%; ci vorrebbe circa un aumento del 20-25 percento solo per eguagliare le CPU lanciate da Intel alla fine dello scorso anno, che quando Zen 4 arriverà sul mercato potrebbe avere dai 10 ai 12 mesi. Quindi credo di avere sentimenti contrastanti su questa affermazione di prestazioni superiori al 15% che AMD ha fatto oggi, non penso che quel numero sia particolarmente impressionante.

Il contrappunto a questo è che i processori Ryzen 7000 presenteranno fino a 16 core Zen 4, rispetto ai soli 8 P-core del 12900K.

E sì, 16 core è il massimo, AMD ha confermato che il design presenta due chiplet ciascuno con un massimo di otto core CPU, nessun chip a 24 core qui. Con 16 core a prestazioni complete, AMD ha mostrato una CPU Ryzen 7000 che batte comodamente i 12900K in un rendering Blender multi-thread : 31% più veloce per questo particolare confronto.

Ma come tutte le demo, ci sono cose di cui essere consapevoli. Nella nostra recensione 12900K , abbiamo scoperto che il 5950X era già il 20% più veloce del 12900K in Blender, suggerendo che questo è un benchmark molto favorevole per AMD. Il carico di lavoro di prova che utilizziamo è diverso da quello mostrato nella presentazione di AMD, quindi confrontare questo guadagno del 31% con il nostro precedente risultato del 20% sarebbe un confronto impreciso.

Ma attenua in una certa misura le aspettative di guadagno tra il 5950X e una CPU Zen 4 a 16 core, anche se le prestazioni multi-core complessive rispetto a Intel dovrebbero essere abbastanza buone.

Quelli erano i principali confronti delle prestazioni che AMD era disposta a mostrare oggi, e nemmeno numeri di gioco reali, quindi non è chiaro dove si posizionerà Zen 4 rispetto al 5800X3D che ha già ottenuto guadagni del 15% rispetto ad altre parti Zen 3 grazie a V-Cache. Non abbiamo idea di come andrà Zen 4 nei giochi in questa fase, ma potrebbe non essere così favorevole rispetto al 5800X3D fino all’implementazione di V-Cache, se è una cosa per questa prossima generazione.

Per quanto riguarda il design della CPU, AMD si attiene al layout chiplet + die I/O, ma tutti gli elementi sono stati aggiornati. Naturalmente, abbiamo i nuovi chiplet core della CPU a 5 nm, ma anche il die I/O ha ricevuto un enorme aggiornamento, passando da GlobalFoundries 12nm a TSMC 6nm. Ciò riduce il consumo energetico, ma AMD ha anche inserito più funzionalità, incluso il supporto DDR5 e PCIe 5.0.

… tutte le CPU Zen 4 Ryzen 7000 avranno una grafica integrata

Inoltre, le CPU desktop Zen 4 presenteranno per la prima volta la grafica RDNA 2 integrata. Niente più differenziazione tra CPU e APU con design diversi, chiplet vs monolitico, tutte le CPU Zen 4 Ryzen 7000 avranno una grafica integrata. Questo è stato menzionato solo brevemente, quindi dobbiamo ancora saperne di più su come funzionerà questa iGPU o sulla sua configurazione.

Quando verranno lanciate le CPU Zen 4?

Tra settembre e novembre, che ovviamente è una finestra di lancio piuttosto ampia, e se questi chip venissero lanciati a novembre, sarebbero trascorsi due anni dal debutto dei primi processori Zen 3. Sembra che AMD lancerà entro pochi mesi anche le CPU Intel di nuova generazione, la serie Raptor Lake di 13a generazione , quindi AMD vorrebbe stabilire un vantaggio prestazionale decente su Alder Lake per prepararsi alle parti Intel di prossima generazione.

Piattaforma AM5 e schede madri serie 600

L’altro annuncio principale relativo alle CPU desktop è stato AM5. Ovviamente questo socket e le schede di supporto sono progettate per supportare DDR5 e PCIe 5.0, AMD ci ha detto che DDR4 non sarà affatto supportata. Tuttavia, i dissipatori AM4 saranno compatibili con le nuove schede, facendo risparmiare denaro agli upgrade se hanno già un dissipatore AM4 decente.

Il socket passa anche a un design LGA che secondo AMD è più adatto all’integrità del segnale richiesta per la connettività come DDR5 e PCIe 5.0.

Le note di rilascio mostrano anche il supporto per CPU fino a 170 W TDP – le parti desktop di ultima generazione raggiungono il massimo a 105 W TDP – quindi se quel tipo di chip viene implementato per Zen 4, è probabile che sia un aumento rispetto a quello che abbiamo in cima prestazioni per watt guadagnano dalla nuova architettura e passano a 5 nm. Tuttavia, il TDP è in genere un riflesso scarso del consumo energetico effettivo.

AM5 supporterà 24 corsie di PCIe 5.0

La piattaforma AM5 supporterà 24 corsie di PCIe 5.0, la maggior parte di qualsiasi piattaforma desktop consumer in questo momento. Alder Lake, ad esempio, supporta solo 16 corsie insieme a 4 corsie di PCIe 4.0. Con Zen 4 e AM5 avrai le capacità di eseguire contemporaneamente GPU PCIe 5.0 x16 e SSD PCIe 5.0 NVMe, anche se i vantaggi pratici saranno probabilmente minimi per la maggior parte delle persone almeno per i prossimi anni.

In aggiunta a questo, AM5 supporterà fino a 14 porte USB da 20 Gbps, ma nessuna menzione di USB4. Ci sarà anche il supporto Wi-Fi 6E e il supporto per un massimo di 4 uscite display, il che è fondamentale poiché le CPU di AMD in futuro includeranno la grafica integrata. Queste schede dovrebbero supportare HDMI 2.1 e DisplayPort 2 in linea con le capacità grafiche RDNA2 delle CPU.

Per quanto riguarda le schede madri, stiamo ricevendo dettagli limitati sulla gamma della serie 600 e sulle loro capacità.

Il principale fattore di differenziazione al di fuori delle solite cose come la qualità VRM e le porte I/O è nella connettività PCIe 5.0. Le schede madri X670 Extreme, o X670E, avranno PCIe 5.0 “ovunque”, anche se AMD ha chiarito che ciò significherà due slot x16 con PCIe 5.0 e uno slot M.2. Per gli utenti X670 regolari otterranno PCIe 5.0 per l’M.2 principale e opzionalmente anche per lo slot grafico x16 a seconda della scheda, quindi per B650 sarà PCIe 5.0 almeno per lo slot M.2 principale con PCIe 4.0 altrove , come per la grafica.

Uno dei grandi punti interrogativi su AM5 è il supporto futuro

AM4 è stato un enorme successo perché AMD ha promesso di supportare più generazioni di CPU in futuro e ha mantenuto quella promessa invece di sostituire il socket ogni due generazioni come Intel. Ci sono stati alcuni inconvenienti lungo il percorso che hanno richiesto il respingimento della comunità, come ottenere il supporto Zen 3 sulle schede B450, ma nel complesso è stato un grande successo.

AMD offrirà lo stesso per AM5? Si è parlato molto della progettazione di un socket e di una piattaforma per il futuro, ma nessun fermo impegno a supportare un certo numero di generazioni. AMD non ha fornito dettagli più specifici per ora, ma questo è qualcosa per cui spingeremo e chiederemo loro man mano che ci avviciniamo al lancio.

Personalmente, penso che la forza di AM4 sia stato un enorme vantaggio competitivo per AMD rispetto a Intel e il lavoro che hanno svolto inizialmente ha permesso loro di ottenere vendite significative nel back-end della vita di AM4 con Zen 3, nonostante Intel avesse un prodotto complessivamente più veloce una volta Lancio del lago Alder. Dovrebbero assolutamente farlo di nuovo con AM5.

Ryzen 6000 mobile

L’altra metà del keynote si è concentrata sui prodotti laptop. AMD aveva già annunciato la sua formazione Ryzen 6000 , quindi questa era più o meno la stessa cosa di cui avevamo già parlato qualche settimana fa. C’erano alcuni dettagli sulle prestazioni sui chip Ryzen 6000, ma speriamo di avere una ripartizione completa delle prestazioni del Ryzen 7 6800U per te non appena avremo quel processore a portata di mano per i test su un laptop Asus.

Tuttavia ci sono stati alcuni nuovi annunci. Uno era per una nuova APU con nome in codice Mendocino che arriverà nel quarto trimestre di quest’anno, che porta una CPU Zen 2 a 4 core, 8 thread e grafica RDNA2 su notebook entry-level e mainstream nella fascia da $ 400 a $ 600.

È basato su TSMC 6nm e il die AMD mostrato durante la loro presentazione era fisicamente diverso dalle normali APU Ryzen 6000, è molto più piccolo, quindi sembra che questo chip sia progettato specificamente per l’efficienza e prodotti a basso costo e ad alto volume su cui risparmiare la dimensione del dado è importante.

AMD ha anche annunciato SmartAccess Storage, che sembra essere la loro implementazione delle API DirectStorage di Microsoft. Nei giochi abilitati per DirectStorage, SmartAccess Storage utilizzerà le funzionalità della piattaforma come la memoria SmartAccess e la decompressione delle risorse GPU per offrire i vantaggi di DirectStorage, come tempi di caricamento più rapidi e un migliore streaming delle risorse. Non molto altro è stato dettagliato e possiamo aspettarci di saperne di più nei prossimi mesi.

Perché AMD ha bisogno di SmartAccess quando esiste DirectStorage?

Bene, pensa a questo come all’annuncio RTX IO di Nvidia del 2020. DirectStorage è solo un’API, l’hardware nel tuo sistema ha bisogno di un metodo per rispondere alle chiamate API e applicare ciò che viene chiesto. Sia RTX IO che SmartAccess Storage sembrano essere le rispettive soluzioni di Nvidia e AMD, sfruttando le caratteristiche del loro hardware. Queste funzionalità diventeranno fondamentali all’avvio dei giochi DirectStorage.

Questo è stato per gli annunci del Computex 2022 di AMD, per lo più impostando lo scenario per il lancio di Zen 4 e AM5 entro la fine dell’anno. Essere in grado di raggiungere fino a 5,5 GHz sembra promettente, tuttavia i numeri dichiarati su un aumento delle prestazioni a thread singolo sono un po’ deludenti considerando ciò che AMD deve fare per superare Intel.

AM5 sembra una piattaforma solida, tuttavia, con il supporto PCIe 5.0 che si estende fino alle schede madri B650 e l’introduzione di una nuova serie “Extreme” per le schede X670 di punta. Tuttavia, resta da vedere per quanto tempo AM5 sarà supportato. Sicuramente lo scopriremo man mano che ci avviciniamo alla finestra di lancio che inizia questo settembre.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Amazon potrebbe sostituire alcuni dei suoi magazzinieri con i robot

Samsung Galaxy Watch 3 vs Samsung Galaxy Watch 4: quale smartwatch comprare?

Alessio PlayBlog.it

Arriva in prima tv la seconda stagione di LEGO MASTERS AUSTRALIA

playblog.it

Lascia un commento