Android

Android 11 Preview vediamo insieme tutte le novità di Google

Android 11 Preview vediamo insieme tutte le novità di Google

Introducendo la prima anteprima per gli sviluppatori per AAndroid 11 Preview. A caccia di nuovi modi per sviluppare in modo più efficiente e migliorare le app.

Android ha aperto la strada verso il futuro del mobile, con nuove tecnologie come il 5G ai display pieghevoli per l’apprendimento automatico integrato nel core. Un tratto distintivo del nostro approccio è una forte comunità di sviluppatori che fornisce feedback precoci e ponderati. Quindi la prima anteprima per sviluppatori di Android 11.

Con Android 11 ci concentriamo sull’aiutare gli utenti a trarre vantaggio dalle ultime innovazioni, pur mantenendo la privacy e la sicurezza una priorità assoluta. 

Nuove funzionalità per aiutare gli utenti a gestire l’accesso a dati e file sensibili e rafforzato le aree critiche della piattaforma per mantenere il sistema operativo resiliente e sicuro. 

Per gli sviluppatori, Android 11 ha un sacco di nuove funzionalità per le tue app, come miglioramenti per pieghevoli e 5G, API per lo screening delle chiamate, nuove funzionalità multimediali e per fotocamere, apprendimento automatico e altro ancora.

Questo è solo un primo sguardo; come negli anni precedenti, nuove funzionalità e aggiornamenti nei prossimi mesi e in I / O di Google. La cosa più importante da fare in questo momento è questa: visita il sito per sviluppatori Android 11 , scarica un’immagine di sistema per il tuo dispositivo.

La versione odierna è una build di base iniziale solo per gli sviluppatori e non destinata all’uso quotidiano o dei consumatori, quindi la rendiamo disponibile solo tramite download manuale e flash. Ricorda, ottenere un contributo tempestivo da parte tua è fondamentale per aiutarci a far evolvere la piattaforma per soddisfare le tue esigenze. Continua a leggere per un assaggio delle novità di Android 11 e visita il sito degli sviluppatori per dettagli sulla sequenza temporale.

Innovazione utile in Android 11 Preview

Esperienze 5G

Il 5G offre velocità costantemente più elevate e una latenza inferiore a un numero maggiore di utenti in tutto il mondo. Con 5G puoi estendere le tue esperienze con le app Wi-Fi, come lo streaming di video 4K o il caricamento di risorse di gioco ad alta risoluzione, agli utenti di dispositivi mobili oppure puoi creare nuove esperienze progettate appositamente per il 5G. 

  • API di misurazione dinamica : con questa API è possibile verificare se la connessione è illimitata e, in tal caso, offrire una risoluzione o una qualità più elevata che potrebbero utilizzare più dati.  L’API per includere le reti cellulari, in modo da poter identificare gli utenti i cui gestori offrono dati senza limiti mentre sono connessi alla rete 5G del gestore.
  • API di stima della larghezza di banda : questa API per 5G per semplificare il controllo della larghezza di banda a valle / a monte , senza la necessità di eseguire il polling della rete o calcolare la tua stima. Se il modem non fornisce supporto, eseguiamo una stima predefinita in base alla connessione corrente.
Android 11 Preview per gli sviluppatori vediamo insieme tutte le novità

Andando oltre la casa, il 5G può ad esempio consentirti di migliorare la tua esperienza “on-the-go” fornendo interazioni senza soluzione di continuità con il mondo che ti circonda da amici, familiari e aziende.

Nuovi tipi di schermo

I produttori di dispositivi continuano a innovare introducendo sul mercato nuovi entusiasmanti fattori di forma e schermi di dispositivi. Esteso il supporto per questi nella piattaforma, con le API per consentirti di ottimizzare le tue app.

  • Schermi a foro stenopeico e a cascata : le app possono gestire schermi a foro stenopeico. 
  • Una nuova API consente alla tua app di utilizzare l’intera schermata a cascata, inclusi i bordi.

Persone e conversazioni

Comunicare con i tuoi amici e colleghi è la cosa più importante che molte persone fanno sui loro telefoni. In Android 11, stiamo introducendo modifiche che aiutano gli sviluppatori a creare esperienze di conversazione più profonde:

  • Sezione di conversazioni dedicate nell’area notifiche
  • Bubbles  : i Bubbles sono un modo per mantenere le conversazioni visibili e accessibili durante il multitasking sui loro telefoni. 
  • Inserisci immagini nelle risposte alle notifiche : se la tua app supporta il copia / incolla delle immagini, ora puoi consentire agli utenti di inserire risorse direttamente nelle risposte incorporate nelle notifiche per consentire comunicazioni più ricche e nell’app stessa. 

In tempo reale, le applicazioni di comunicazione bilaterali dovrebbero usare API la condivisione / conversazione scorciatoie per fornire Persone obiettivi che Android verrà a galla tutto il telefono così come le API di Bubble per consentire agli utenti di portare avanti conversazioni durante l’utilizzo del dispositivo in altre capacità.

API delle reti neurali 1.3

L’API di Neural Networks (NNAPI) è progettata per eseguire operazioni ad alta intensità di calcolo per l’apprendimento automatico su dispositivi Android. In Android 11, stiamo espandendo le operazioni e i controlli disponibili per gli sviluppatori. In questa versione, nuove operazioni e controlli di esecuzione per aiutare a ottimizzare i casi d’uso comuni:

  • Le API di qualità del servizio supportano priorità e timeout per l’esecuzione del modello.
  • Le API del dominio di memoria riducono la copia e la trasformazione della memoria per l’esecuzione consecutiva del modello.
  • Supporto di quantizzazione ampliato, aggiunta la quantizzazione asimmetrica di numeri interi con segno in cui vengono utilizzati numeri interi con segno al posto dei numeri float per consentire modelli più piccoli e inferenze più veloci.

Guarda per altri in arrivo in seguito aggiornamenti di anteprima. Stiamo collaborando con fornitori di hardware e framework di machine learning popolari come TensorFlow per ottimizzare e implementare il supporto per NNAPI 1.3.

Privacy e sicurezza

Privacy

La privacy è sempre stata al centro di Android e ogni anno aggiunge altri modi per proteggere gli utenti e aumentare la trasparenza e il controllo. Finora, quando è stata data l’opzione “Mentre l’app è in uso”, circa la metà degli utenti la seleziona.

In Android 11 continuiamo a concentrarci sulla privacy degli utenti con nuove opzioni di autorizzazione, aggiornamenti per l’archiviazione con ambito e altro ancora. Prova subito queste funzionalità con le tue app e facci sapere cosa ne pensi.

  • Autorizzazione una tantum : per i tipi di dati più sensibili, non solo per la posizione ma anche per il microfono e la videocamera del dispositivo, gli utenti possono ora concedere l’accesso temporaneo tramite un’autorizzazione una tantum. Questa autorizzazione significa che le app possono accedere ai dati fino a quando l’utente non si allontana dall’app e devono quindi richiedere nuovamente l’autorizzazione per l’accesso successivo. 
Finestra di dialogo di autorizzazione unica in Android 11 Preview.

Finestra di dialogo di autorizzazione unica in Android 11 Preview.

Archiviazione con ambito : il lavoro per proteggere meglio i dati delle app e degli utenti sull’archiviazione esterna e ulteriori miglioramenti per aiutare gli sviluppatori a migrare più facilmente. 

Questa versione di anteprima include numerosi miglioramenti, come l’accesso al percorso del file non elaborato opt-in per supporti, UI Documenti aggiornato e operazioni di modifica batch in MediaStore. 

Insieme a queste modifiche tecniche, in base al tuo contributo, ti diamo anche più tempo per effettuare la migrazione e le modifiche verranno applicate alle tue app quando hanno come target Android 11.

Oltre a queste modifiche alla piattaforma, gli utenti desiderano maggiore protezione sulle versioni precedenti di Android e maggiore trasparenza su come le app useranno questi dati. Vengono aggiornanate le norme di Google Play per garantire che le app richiedano le autorizzazioni di localizzazione solo quando veramente necessario.

Sicurezza

Aumentare il livello di sicurezza con ogni versione di Android, dal raggiungere più dispositivi con aggiornamenti di sicurezza mensili alla creazione di più protezioni nell’ultima piattaforma. In Android 11, estese le strategie di difesa approfondite di Android a più aree della piattaforma e sono state aggiunte nuove funzionalità e API per le app.

  • Biometria : ampliato il nostro supporto biometrico per soddisfare le esigenze di una più ampia gamma di dispositivi. BiometricPrompt ora supporta tre tipi di autenticatori con diversi livelli di granularità: forte, debole e credenziale del dispositivo. 
  • Indurimento della piattaforma : ampliato l’uso di disinfettanti basati su compilatore in componenti critici per la sicurezza, tra cui BoundSan, IntSan, CFI e Shadow-Call Stack. Questi miglioramenti della protezione potrebbero presentare arresti anomali delle app più ripetibili / riproducibili nel tuo codice, quindi prova le tue app.  
  • Archiviazione sicura e condivisione dei dati : le app possono ora condividere i BLOB di dati in modo semplice e sicuro con altre app. Il negozio BLOB è ideale per casi d’uso come la condivisione di modelli ML tra più app per lo stesso utente.
  • Credenziali di identità : Android 11 aggiunge il supporto della piattaforma per l’archiviazione sicura e il recupero di documenti di identificazione verificabili. Avremo maggiori dettagli da condividere al più presto!

Aggiornamenti e compatibilità in Android 11 Preview

Aggiornamenti di sistema di Google Play

Da Android 10, stiamo aumentando il nostro investimento in Aggiornamenti di sistema di Google Play (Project Mainline) per migliorare la sicurezza, la privacy e la coerenza in tutto l’ecosistema. 

In Android 11, ci sono 12 nuovi moduli aggiornabili, per un totale di 22 moduli. I punti salienti includono un modulo di autorizzazioni che standardizza l’accesso degli utenti e degli sviluppatori ai controlli di privacy critici sui dispositivi Android, un modulo del provider multimediale che è parte integrante delle nostre attività sulla privacy relative a Scoped Storage e un modulo NNAPI (Neural Networks API) che ottimizza le prestazioni e garantisce API coerenti in tutti dispositivi. 

Compatibilità dell’app

Google lavora per rendere gli aggiornamenti più veloci e fluidi dando la priorità alla compatibilità delle app durante il lancio di nuove versioni della piattaforma. 

In Android 11 Preview vengono aggiunti nuovi processi, strumenti per sviluppatori e rilasciato pietre miliari per ridurre al minimo l’impatto degli aggiornamenti della piattaforma.

  • Riduzione al minimo dell’impatto delle modifiche del comportamento : mentre le modifiche apportate ad Android possono rendere il sistema operativo più sicuro e dalle prestazioni migliori. 
  • Test e debug più semplici – Per aiutarti a testare la compatibilità, arrivano molte delle modifiche più recenti attivabili. Con questa modifica, non è più necessario modificare targetSdkVersion o ricompilare l’app per i test di base. 

Attiva / disattiva compatibilità app in Opzioni sviluppatore.

Attiva / disattiva compatibilità app in Opzioni sviluppatore.

  • Greylist aggiornate : aggiornati gli elenchi di interfacce non SDK limitate e, come sempre, sono benvenuti feedback e richieste di equivalenti API pubbliche .
  • Caricatore di risorse dinamico : nell’ambito della migrazione da interfacce non SDK. Aggiunta ora anche il framework Caricatore di risorse in Android 11 Preview e grazie agli sviluppatori che ci hanno fornito questo contributo!
  • Nuova pietra miliare della stabilità della piattaforma – Questa pietra miliare include non solo le API SDK / NDK finali. Ci auguriamo che possiate utilizzare questa nuova pietra miliare per pianificare lo sviluppo e i test finali. 

Connettività e qualità

  • Miglioramenti del servizio di screening delle chiamate: le app di screening delle chiamate ora possono fare di più per aiutare gli utenti. 
  • Migliorata l’API dei suggerimenti Wi-Fi : estesa l’ API dei suggerimenti Wi-Fi per offrire alle app di gestione delle reti. 
  • Passpoint : Android ora applica e notifica la data di scadenza di un profilo Passpoint, supporta la specifica del nome nel profilo e consente CA private. 

Miglioramenti di immagini e fotocamere

  • HEIF animato drawable – L’ API ImageDecoder ora ti permette di decodificare e il rendering delle animazioni della sequenza di immagini memorizzate in file HEIF. Le sequenze di immagini HEIF possono offrire drastiche riduzioni delle dimensioni dei file per le sequenze di immagini rispetto alle GIF animate . Gli sviluppatori possono visualizzare sequenze di immagini HEIF nelle loro app chiamando decodeDrawable con una sorgente HEIF. Se l’origine contiene una sequenza di immagini, viene restituito un AnimatedImageDrawable .
  • Decodificatore di immagini nativo : le nuove API NDK consentono alle app di decodificare e codificare le immagini dal codice per la grafica o la post-elaborazione. Il decoder nativo sfrutta anche il processo di Android per gli aggiornamenti di sicurezza della piattaforma in corso. Vedere il codice di esempio NDK per esempi.
  • Disattivazione dell’audio durante l’acquisizione della fotocamera : le app possono utilizzare nuove API per disattivare l’audio delle suonerie.
  • Modalità Bokeh : le app possono utilizzare i tag metadati per abilitare le modalità bokeh nelle richieste di acquisizione della fotocamera nei dispositivi che la supportano. Una modalità di immagine fissa offre la massima qualità di acquisizione, mentre una modalità continua assicura che l’acquisizione sia al passo con l’uscita del sensore.

Bassa latenza

  • Decodifica video a bassa latenza in MediaCodec : i video a bassa latenza sono fondamentali per app e servizi di streaming video in tempo reale. I codec video che supportano la riproduzione a bassa latenza restituiscono il primo fotogramma del flusso il più rapidamente possibile dopo l’avvio della decodifica. Le app possono utilizzare nuove API per controllare e configurare la riproduzione a bassa latenza per un codec specifico.
  • Modalità HDMI a bassa latenza : le app possono utilizzare nuove API per verificare e richiedere la modalità a bassa latenza automatica su schermi e TV. In questa modalità, il display o la TV disabilita la post-elaborazione grafica per ridurre al minimo la latenza.

Inizia con Android 11 Preview

L’anteprima per sviluppatori ha tutto ciò di cui hai bisogno per provare le funzionalità di Android 11, testare le tue app e fornirci feedback . Per iniziare, scaricare e flash un immagine del sistema dispositivo. 

Inoltre, puoi configurare l’emulatore Android tramite Android Studio. L’emulatore Android che esegue le immagini del sistema Android 11 Preview include il supporto sperimentale per eseguire il codice app binario.

Quando sei pronto, ecco alcune delle cose che puoi fare:

  • Prova le nuove funzionalità e le API : il tuo feedback è fondamentale durante la prima parte dell’anteprima dello sviluppatore. Stiamo attivamente cercando il tuo contributo sulle nostre nuove API, mentre c’è ancora tempo per apportare modifiche. 
  • Verifica la tua app corrente per compatibilità – l’obiettivo qui è scoprire se la tua app è influenzata dalle modifiche di comportamento predefinite in Android 11 Preview.
  • Metti alla prova la tua app con le modifiche di opt-in – Come nelle versioni precedenti, Android 11 Preview ha delle modifiche al comportamento di opt-in. 

Per ulteriori informazioni, visitare il sito per sviluppatori Android 11 . Troverai una panoramica delle novità di questa versione, dettagli sui cambiamenti di comportamento, guide alla configurazione e alla migrazione.

Anteprima e aggiornamenti

Questa versione di anteprima iniziale è solo per gli sviluppatori e non è destinata all’uso quotidiano o da parte dei consumatori. I download sono qui e le istruzioni sono qui .

Playblog.it

AppleAndroidTecnologiaNetflix Prime Video Offerte

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

Scarica la nostra App

app per iphone ios
App Netflix news
app per android

Related posts

One UI 2.0 per gli smartphone Samsung insieme a Android Q

Leonardo Playblog.it

Amazon lancia il nuovo Fire 7: processore più veloce. Sempre a soli 69,99€

Leonardo Playblog.it

5 funzionalità in cui Android è meglio di iOS.

Leonardo Playblog.it

Lascia un commento