Netflix News

Il finale di Windfall: ecco la spiegazione dell’inaspettata fine del film

windfall finale spiegazione

Il finale di Windfall: ecco la spiegazione dell’inaspettata fine del film thriller neo-noi con Jason Segel, Lily Collins e Jesse Plemons.

All’inizio Windfall potrebbe apparire come una rappresentazione di una situazione intima di ostaggi. Ma le sue scene finali offrono una svolta scioccante.

Il thriller neo-noir Windfall scava nel vuoto tra invidia e diritto, con il suo finale che fa da specchio alla società.

Diretto da Charlie McDowell, Windfall vanta un ottimo cast che include Jason Segel, Lily Collins e Jesse Plemons. Il film inizia lentamente e vediamo “Nessuno” interpretato da Segel che irrompe nella casa per le vacanze dell’amministratore delegato e della moglie (Plemons e Collins).

Del personaggio “signor Nessuno” non sapremo infatti mai il nome. Il film inaspettatamente tratta la guerra tra classi, resa possibile dalle avvincenti interpretazioni degli attori.

*attenzione seguono spoiler*

Il piano di Nessuno di rubare i soldi, l’orologio e la pistola dell’amministratore delegato va a rotoli con l’arrivo della coppia. A pochi minuti dall’inizio di Windfall, la Moglie sorprende Nessuno che sta sgattaiolando via.

Mentre la rapina si trasforma in una situazione di ostaggio, l’amministratore delegato consegna la sua scorta segreta di denaro e permette al ladro di scappare.

Tuttavia, quando Nessuno nota una telecamera di sicurezza nelle vicinanze della proprietà, è costretto a tornare indietro, con l’intenzione di chiedere più soldi all’amministratore delegato.

In attesa del riscatto, il trio riceve una visita inaspettata, interpretata da Omar Leyva. Con questa aggiunta, Windfall prende una svolta più oscura.

I personaggi inaspettati di Windfall

Sebbene la storia di Windfall si svolga per un’ora e mezza, non si preoccupa di nominare i suoi personaggi, rivelando le loro identità attraverso i titoli di coda.

Piuttosto che i loro veri nomi, sono chiamati solo dai loro ruoli generali: CEO, Moglie e Nessuno. L’omissione dei nomi dei personaggi reali non è una novità in letteratura, ma Windfall lo usa per promuovere la sua agenda: mostrare la disparità tra il ladro e le vittime.

Il CEO, interpretato da Jesse Plemons (che sta uscendo dal suo potente personaggio in The Power of the Dog) diventa allora il volto del ricco, distaccato dalla realtà.

Nel frattempo, sua moglie è chiamata come tale principalmente a causa di come viene considerata per tutto il film. È semplicemente vista come l’estensione del CEO, niente di più, niente di meno.

E Nessuno è scritto come un uomo comune i cui dettagli personali sono in gran parte sconosciuti a nessuno nel film, emblematico di come i ricchi si preoccupino così poco di comprendere la difficile situazione dei meno fortunati.

Inoltre, con i suoi personaggi che rimangono senza nome, Windfall esorta il suo pubblico a concentrarsi invece sui suoi temi, suggerendo sottilmente che gli eventi del film possono accadere letteralmente a chiunque si adatti alle descrizioni.

La spiegazione del finale del film Windfall: qual è il movente di Nessuno?

Una delle domande che viene posta anche nel film dal CEO è perché Nessuno ha fatto irruzione nella sua casa?

Fino alla fine di Windfall, il vero motivo per cui nessuno ha fatto irruzione nella casa del CEO rimane inspiegabile. Tuttavia, il film ci lascia vari indizi per cui il ladro ha commesso un tale crimine.

Personificato da Jason Segel, Nessuno è stato sicuramente impattato dall’algoritmo del CEO. A causa di tale tecnologia, i servizi di Nessuno non erano più necessari, lasciandolo disoccupato, al verde e disperato.

Tuttavia, in seguito viene rivelato che le sue azioni sono guidate dall’invidia ambiziosa. Non vuole semplicemente vivere l’esperienza attraverso gli occhi del CEO; si chiede anche se la bontà del magnate della tecnologia sia sufficiente a giustificare il loro divario di ricchezza sempre crescente.

Nessuno ha quasi raggiunto il suo obiettivo, saperne di più sulla coppia benestante e farla franca con mezzo milione di dollari, cioè fino a quando la Moglie non entra in gioco.

Perché la Moglie uccide Nessuno nel finale di Windfall?

All’inizio di Windfall vediamo che Nessuno non vuole danneggiare intenzionalmente le persone: il suo scopo era quello di fare una rapida e prendere un po’ di soldi. La casa era vuota, non c’erano telecamere e perciò il rischio era basso.

Sulla base del suo comportamento, sembra che stia portando a termine il suo crimine semplicemente per disperazione. Questo è probabilmente il motivo per cui l’amministratore delegato pensa di poter far sedurre il tizio dalla moglie, elegantemente interpretata da Lily Collins, nota per il personaggio di Emily in Emily in Paris.

Viste le pressioni, la Moglie tenta di avvicinarsi al ladro avviando una conversazione intima. Tuttavia, verso la fine, Nessuno lancia una granata metaforica nel matrimonio annunciando che la Moglie non ha in programma di costruire una famiglia con il CEO.

Proprio quando pensa di aver trovato un orecchio empatico, viene tradita. Alla fine, Nessuno si preoccupa solo dei propri interessi e non si preoccupa veramente dei guai della Moglie insoddisfatta.

Il suo risveglio è alimentato dal suo desiderio di reclamare la propria narrativa e, così facendo, uccide Nessuno.

Perché la Moglie stava prendendo le pillole anticoncezionali?

Quella che inizia come l’immagine di una coppia felice in Windfall diventa gradualmente una relazione piena di tensione, di insoddisfazione e tradimenti. Seguendo la tendenza hollywoodiana di smascherare le relazioni fallite, le crepe nel matrimonio dell’amministratore delegato e della moglie diventano più evidenti man mano che la storia avanza.

In risposta alle ripetute espressioni del CEO di voler mettere su famiglia, la moglie schiva solo goffamente la conversazione. Diventa quindi evidente che l’amministratore delegato è prepotente, privandola dell’indipendenza.

Il suo unico mezzo di ribellione, quindi, è prendere le pillole anticoncezionali per evitare di crescere figli con suo marito. Le sue ragioni sono ambigue. Forse lei personalmente non vuole avere figli.

O forse vuole dei figli, ma non con una persona così legittima e terribile come l’amministratore delegato. Indipendentemente da ciò, sta aspettando il suo tempo finché non può escogitare un piano e lasciarlo completamente.

Il finale di Windfall: perché la Moglie uccide il CEO?

La moglie nella sua ricerca di sicurezza e lusso, rinuncia alle sue preferenze, libertà e identità. In effetti, in Windfall rivela di essere stata persino riluttante a portare a termine il suo matrimonio con l’amministratore delegato. Ma alla fine l’ha fatto a causa della sua stessa missione.

Tollera l’adulterio dell’amministratore delegato, poiché scopre che ha pagato “Debbie” solo per lasciare la relazione. Si rende anche conto che suo marito ha una visione narcisistica del mondo.

Poiché probabilmente la vede come una scroccona che si è sposata con la sua ricchezza, si sente intrappolata e soffocata da tutte le sue richieste. Stanca della sua vita, uccide l’amministratore delegato, apparentemente l’unico modo in cui può ottenere la libertà che desidera.

Qual è il vero significato della trama di Windfall?

Il finale di Windfall si conclude con la moglie che muove i suoi primi passi verso una vita tutta sua. In modo imprevedibile questa svolta chiude però in modo appropriato un film sulle scelte.

Certo, queste scelte sono influenzate dalle sorti dei personaggi nella vita. Nessuno sceglie di entrare e rubare dalla casa delle vacanze. La Moglie sceglie di sposare il CEO, mentre quest’ultimo sceglie di vivere con l’avidità.

Le loro decisioni si influenzano a vicenda, intenzionalmente o meno. Inoltre, vite innocenti possono essere influenzate dalle loro decisioni, proprio come accade con il giardiniere.

Fa semplicemente l’errore di presentarsi al lavoro al momento sbagliato, pieno di passione e grinta. Tuttavia, a causa delle scelte del trio, muore impotente e i personaggi sono troppo veloci per lavarsi le mani della sua morte.

L’aspetto che però si nota è che tra i personaggi quello che viene trascurato fin dall’inizio è la Moglie. Il film cattura la dinamica tra il CEO e Nessuno, con tutta la mascolinità tossica a cui spesso siamo abituati.

Ed è così che il film sottolinea la situazione della moglie intrappolata nella sua situazione che le dà potere nel finale, permettendole di eliminare simbolicamente il genere che l’ha incatenata.

Indipendentemente dalle conseguenze che potrebbe dover affrontare dopo gli eventi di Windfall, una cosa sarà sempre certa: la Moglie ora ha il controllo ed è finalmente libera dai suoi tiranni.

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Storia delle parolacce con Nicolas Cage da oggi solo su Netflix

Avete visto la Prima stagione di Estate di morte su Netflix

Don’t Look Up disponibile su Netflix con un Cast stellare il Film di fantascienza a sfondo sociale

playblog.it

Lascia un commento