Game Giochi PC

GeForce Now mostra opportunità per il gaming 5G basato su cloud

GeForce Now mostra opportunità per il gaming 5G basato su cloud

Una delle opportunità più pubblicizzate per il gaming 5G e su cloud. Dopotutto, in teoria, le reti 5G portano con sé non solo velocità di download più elevate, ma tempi di risposta più rapidi: due funzionalità fondamentali per garantire un’esperienza di gioco di alta qualità e ad alta risoluzione su una connessione di rete wireless.

Il più recente notizia che Nvidia sta ampliando la propria gamma di partnership per la sua piattaforma di streaming di giochi basata su cloud GeForce Now con diverse nuove società legate al settore delle telecomunicazioni di tutto il mondo.

In particolare, la società sta aggiungendo partner dell’Alleanza in Australia (Pentanet), Turchia (Turkcell) e Arabia Saudita (Zain KSA) al loro elenco esistente di società di telecomunicazioni e altri fornitori di servizi online.

Your Games. Your Devices. Play Anywhere | NVIDIA GeForce NOW


Tra cui Softbank e KDDI del Giappone, LG UPlus della Corea del Sud, Taiwan Mobile e GFN. RU in Russia. Questo si aggiunge al servizio fornito da Nvidia tramite 22 dei propri data center in 30 paesi in tutto il Nord America e l’Europa occidentale.

La cosa interessante di questi ultimi annunci è che dimostrano come Nvidia sta consentendo ai partner di telecomunicazioni di utilizzare la tecnologia server RTX
che eseguono nei propri data center e lasciare che i vettori che fanno parte della GeForce Now Alliance (GFNA) la gestiscano all’interno delle proprie reti.

È un classico esempio di una soluzione di edge computing e, più pertinentemente ai fornitori di reti wireless, esattamente il tipo di servizio a valore aggiunto che le reti 5G dovrebbero essere in grado di fornire.

Ovviamente, richiede ai partner delle telecomunicazioni di investire nell’hardware necessario per alimentare il servizio sulle proprie reti,
ma offre loro la possibilità di creare un servizio aggiuntivo redditizio attraverso tale investimento.

Non sorprende che la maggior parte delle persone che hanno utilizzato GeForce Now si siano collegate tramite PC meno recenti, in genere tramite connessioni a banda larga cablate o Wi-Fi domestiche.

Poiché Nvidia ha iniziato a lavorare con più società di telecomunicazioni, tuttavia, la società ha adattato il proprio stack software per consentire esperienze di gioco più fluide ed efficienti su connessioni cellulari e dispositivi mobili.

Lungo la strada, ad esempio, hanno dovuto regolare alcuni dei loro algoritmi per il jitter e i pacchetti di dati, situazioni del mondo reale che possono essere superate dalle reti cellulari.

NVIDIA GeForce Now officially leaves BETA | Edenic Group

Sono anche in procinto di apportare modifiche per mappare gli input basati sul touchscreen agli input che potrebbero provenire da un controller collegato, consentendo ai giocatori mobili di giocare senza dover acquistare e trasportare un accessorio per controller di gioco dedicato.

Inoltre, sfruttando i browser WebRTC, sono stati in grado di portare giochi basati su cloud sui Chromebook e, soprattutto, direttamente su iPhone, qualcosa che sono stati il ​​primo servizio di gioco basato su cloud a offrire.

(Le linee guida dell’App Store dichiarate da Apple hanno trasferito i servizi di cloud gaming al browser Safari, piuttosto che alle app native).

Inoltre, annunciato di recente, GeForce Now è il modo in cui l’immensamente popolare Fortnite sarà giocabile su dispositivi iOS, attraverso un futuro aggiornamento.

Da una prospettiva specifica del 5G, l’esperienza di Nvidia con i suoi partner di telecomunicazioni ha riscontrato un impressionante aumento di 10 volte della larghezza di banda del mondo reale nel servizio GeForce Now poiché i suoi partner dell’Alleanza sono passati dal 4G al 5G.

Inoltre, ha permesso loro di scattare per una latenza target di soli 20 msec, che può fare una grande differenza nei giochi competitivi in ​​cui i millisecondi contano davvero.

È interessante notare che la maggior parte dei miglioramenti sono avvenuti su reti 5G non autonome –
Nvidia si aspetta che il passaggio a un vero core di rete 5G, come abilitato dalle reti 5G autonome –
dovrebbe portare a tempi ancora inferiori.

5g.png - MVNO MVNE MNO Mobile & Telecoms industry intelligence

Anche se chiaramente dobbiamo ancora raggiungere gli obiettivi altamente pubblicizzati (e sopravvalutati) che ci erano stati inizialmente promessi con il 5G, è incoraggiante vedere alcuni esempi del mondo reale di nuovi servizi 5G che si realizzano.

Il gioco è chiaramente e continuerà a essere un segmento caldo, quindi sarà interessante vedere come Nvidia lavora per espandere la sua GeForce Now Alliance con altri partner di telecomunicazioni e come loro, a loro volta, possono far funzionare queste nuove opportunità per le loro attività.

Probabilmente sarà il primo segno di ciò che deve ancora venire.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

Scarica la nostra App

app per iphone ios App Netflix news app per android

POST CORRELATI

Nuovi Pokemon: Let’s Go, Pikachu ed Eevee gameplay mostra Mewtwo, Moltres, Zapdos e altro ancora

The Elder Scrolls V Skyrim una realtà in VR

Il trailer di Kingdom Hearts 3 mostra finalmente il mondo di Big Hero 6

Lascia un commento