Apple iOs

Gli sviluppatori Web sfidano Apple a consentire altri motori di browser su iOS

Gli sviluppatori Web sfidano Apple a consentire altri motori di browser su iOS

Questa volta, un gruppo di sviluppatori ha lanciato un progetto chiamato ” Open Web Advocacy” che sfida Apple a consentire altri motori di browser su iOS. Negli ultimi anni Apple ha dovuto affrontare molteplici accuse di pratiche anticoncorrenziali e sembra che ci sia altro in arrivo.

Il gruppo vuole che gli sviluppatori abbiano accesso alle stesse funzionalità disponibili nella versione iOS di Safari. Allo stesso tempo, chiede ad Apple di aprire iOS a motori di browser di terze parti.

Per chi non lo conoscesse, iOS si affida al motore WebKit, che non solo alimenta Safari ma tutti i contenuti web sul sistema operativo Apple. 

Questo perché, a differenza di macOS, le app iOS devono utilizzare WebKit come motore del browser. In altre parole, ogni browser web o app web che vedi su iOS è fondamentalmente Safari in esecuzione.

“Il motivo del gruppo è cercare di convincere Apple che devono consentire altri motori di browser su iOS, in modo che iOS possa essere una piattaforma migliore per lo sviluppo di materiale per il Web moderno”, ha spiegato Lawson. “Perché al momento, ogni browser su iOS, sia che si tratti di Chrome, Firefox o Edge con badge, è in realtà solo una skin con marchio di Safari, che è in ritardo rispetto a [altri browser] perché non ha concorrenza su iOS”.

Come il gruppo ha detto a The Register, limitare le app a WebKit è diventato un problema poiché gli sviluppatori non hanno nemmeno accesso ad alcune delle funzionalità di Safari.

Ad esempio, le funzionalità a schermo intero sono limitate nei browser di terze parti e Apple limita l’integrazione di Apple Pay a Safari. 

Allo stesso tempo, le app basate sul Web non possono essere eseguite a schermo intero e i browser di terze parti non offrono la possibilità di aggiungere un’app Web alla schermata iniziale. Gli sviluppatori si lamentano anche della mancanza di Web NFC e di altre API nel WebKit iOS.

L’idea principale del gruppo è quella di portare le loro preoccupazioni all’Autorità per la concorrenza e i mercati del Regno Unito (CMA) per convincere Apple che ha bisogno di cambiare le sue politiche.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Problemi di stabilità riscontrati per macOS 10.13.4

Ecco come aggiornare la app in iOS 13

Il nuovo iPad 2021 di Apple potrebbe avere il 5G e display Mini-LED

Lascia un commento