Netflix News

Heartstopper dalla graphic novel alla serie tv: perché manca un personaggio principale?

heartstopper graphic novel

La scrittrice di Heartstopper spiega perché un personaggio importante è stato tagliato dallo show, nell’adattamento dalla graphic novel. “Si tratta solo di espandere il mondo e di espandere la storia”.

La scrittrice di Heartstopper Alice Oseman ha rivelato perché un personaggio chiave è stato rimosso dallo show.

La nuova serie drammatica LGBTQ+ è stata adattata dalla popolare serie di fumetti e graphic novel per adolescenti di Oseman ed è stata presentata in anteprima su Netflix il 22 aprile. La serie ha presto conquistato la critica e il pubblico ottenendo degli ottimi giudizi.

In un’intervista Oseman ha spiegato come ha dovuto modificare la storia originale per adattarsi alla sequenza temporale della serie tv. Si tratta del personaggio Aled che alla fine è stato tagliato dalla serie.

“Quando ho scritto lo show, una cosa che ho dovuto fare è stata in qualche modo espandere la storia, perché Heartstopper, essendo una graphic novel, è piuttosto breve, davvero. Non c’è molta storia lì dentro”.

L’adattamento dalla graphic novel alla serie tv

“Quindi nello show, mentre siamo rimasti davvero fedeli alla storia nei libri, abbiamo ampliato il mondo e aggiunto molti nuovi elementi e nuove, piccole trame”, ha chiarito.

Oseman ha aggiunto che Imogen ha svolto un ruolo fondamentale nel reimmaginare quell’elemento a metà della storia.

“Imogen è stata una parte importante di questo, aggiungendo un po’ di dramma e tensione in un certo senso a metà della storia”, ha detto.

“E Isaac è un po’ così, ma, per vari motivi complicati, ho dovuto togliere un personaggio chiamato Aled dai libri. E Isaac è lì per interpretare il ruolo di lui.

“Fondamentalmente, per farla breve: Aled è un personaggio in uno dei miei altri libri, e quindi ha la sua storia. Ma con Isaac, una storia completamente nuova, sono libero di fare quello che voglio con questo personaggio. Quindi, sì, si tratta solo di espandere il mondo e di espandere la storia”.

Altrove, un giorno dopo la premiere della serie, la star dello show Joe Locke ha parlato del crollo emotivo di Charlie Spring nel finale della serie.

Il crollo emotivo di Charlie Spring

La scena vede il personaggio di Locke piangere sulla spalla della sorella maggiore Tori mentre si incolpa per lo sconforto del suo ragazzo Nick.

“Jenny [Walser], che interpreta Tori, mia sorella, è semplicemente la persona più adorabile, premurosa e calorosa. E quindi penso che girando la scena con lei, abbiamo comunque avuto una vera connessione fratello/sorella. Quindi è successo 10 volte più facile emozionarsi.

“Il nostro regista, Euros [Lyn], non so come abbia fatto. Ha solo questo modo meraviglioso di tirarci fuori le cose giuste senza spingerci agli estremi […] Penso che Euro abbia cercato di fare il set è il più confortevole e a mio agio possibile, specialmente in quella scena, per me, mentre stavo entrando nello spazio di testa”, ha aggiunto.

 

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Rocketman il film biografico su Elton John è su Netflix

Il finale spiegato del film Hustle

Alessio PlayBlog.it

Day Shift – A caccia di vampiri la commedia horror Netflix con Snoop Dogg

playblog.it

1 commento

Heartstopper la prima stagione su Netflix dalla graphic novel di Alice Oseman - PlayBlog.it 30/04/2022 at 5:39 pm

[…] Heartstopper dalla graphic novel alla serie tv:… […]

Reply

Lascia un commento