Tecnologia

I browser Vivaldi si arricchiscono con l’aggiornamento 2.0

Lo sviluppatore di Maverick Vivaldi ha rilasciato oggi la versione 2.0 del suo browser mentre l’azienda continua la sua ricerca per fornire gli utenti uno strumento di navigazione web con funzionalità che offrono anche maggiori opzioni di privacy.

Risultati immagini per browser vivaldi 2.0

Vivaldi è stata fondata da Jon von Tetzchner, ex amministratore delegato di Opera, che ha curato per anni lo sviluppo dei browser dell’azienda. Nel corso del tempo ha visto browser più snelli e semplici che lasciavano dietro di sé un gruppo più ampio di utenti che ne volevano di più.
Ciò ha portato al lancio di Vivaldi 1.0 nel 2016 .
La prima versione offriva funzionalità come pile di schede per aiutare a gestire un gran numero di schede aperte, la possibilità di visualizzare più pagine contemporaneamente utilizzando tile, note per consentire agli utenti di salvare estratti di pagine e pannelli Web che potevano essere visualizzati tramite una barra laterale .

Da allora, Vivaldi è stato scaricato più di 1 milione di volte. Sì, è pochino rispetto agli oltre 1 miliardo di utenti che il browser Chrome di Google vanta. Ma in un certo senso, si tratta di trovare un focus più ristretto che è meglio per un gruppo principale di utenti.

“Quello che stiamo gradualmente facendo è lucidare il browser”, ha detto von Tetzchner. “Puntiamo a una ricchezza nel browser che non trovi da nessun’altra parte”.

Jon von Tetzchner

Proprio mentre la versione 1.0 stava uscendo, le preoccupazioni per la privacy stavano esplodendo nella sfera pubblica, con giganti della tecnologia di fronte a domande crescenti sulla loro raccolta e gestione dei dati personali. In effetti, questo problema è scoppiato di nuovo questa settimana tra le rivelazioni secondo cui l‘ultima versione del browser Google Chrome registra automaticamente gli utenti per impostazione predefinita .

Al contrario, Vivaldi non raccoglie informazioni personali e non inserisce cookie per tracciare gli utenti sul proprio computer.

Mentre questi dati offrono un modo allettante per monetizzare gli utenti, von Tetzchner insiste sul fatto che Vivaldi non andrà mai giù per quella strada. Nell’ultimo anno, l’azienda ha anche collaborato con i motori di ricerca incentrati sulla privacy Qwant e DuckDuckGo .

“Alcuni di quei modelli di business di cui non vogliamo far parte”, ha affermato. “C’è questo dibattito sul fatto di monitorare gli utenti o no. Non lo facciamo e non pensiamo che dovremmo “.

Nel frattempo, la società ha continuato a rilasciare un flusso infinito di aggiornamenti e miglioramenti. Ma l’ultimo round è stato abbastanza significativo e il team ha pensato che fosse ora di applicare ufficialmente l’etichetta 2.0.

Le modifiche più importanti includono:

Sincronizzazione dei browser tra computer: la versione 2.0 consente agli utenti di sincronizzare i dati, inclusi segnalibri, password, informazioni di compilazione automatica e cronologia. Vivaldi utilizza i propri server per archiviare i dati, che sono tutti crittografati end-to-end.

Pannelli: sono dashboard espandibili e multi-tasking che possono essere aperti nella barra laterale.

Gestione delle schede: sono incluse funzionalità aggiuntive che consentono una ricerca migliore tra le schede, oltre a impilarle e persino a rinominarle.

Cronologia: offre nuovi modi per tracciare il tuo utilizzo, tra cui la generazione di statistiche e una funzione di cronologia visiva.

“Abbiamo una grande quantità di funzionalità su cui stiamo lavorando”, ha detto. “Ogni funzionalità può essere approvata.

Logo PlayBlog.it

Seguici su Facebook

POST CORRELATI

Tesla Model S e X potrebbero ottenere interni come il modello 3

Gatto nero, gatto bianco in streaming gratis su Rakuten Tv

Microsoft Windows 10: suggerimenti per gli utenti

Lascia un commento