Apple

I test creativi di MacBook Pro suggeriscono che il chip M1 Max potrebbe non giustificare il prezzo

I test creativi di MacBook Pro suggeriscono che il chip M1 Max potrebbe non giustificare il prezzo

Mentre il chip M1 Max di Apple è pubblicizzato come due volte più veloce dell’M1 Pro, una serie di test creativi per MacBook Pro suggeriscono che il vantaggio nella vita reale del chip di livello superiore potrebbe essere molto più limitato di quanto sembri.

Ci sono compiti specifici che vedono una differenza significativa. Se stai modificando video ProRes o lavorando con l’API grafica Metal di Apple, c’è un chiaro vantaggio per il chip più potente. Ma questo non è il caso di molte attività creative…

Dan Ackerman di CNET ha fatto affidamento su una combinazione di test di benchmark e utilizzo nella vita reale per raggiungere le sue conclusioni.

Ha detto che l’M1 Max sicuramente avvantaggia alcuni utenti.

Per individuare le differenze della GPU tra M1 Pro e M1 Max, ho eseguito alcuni test GPU multipiattaforma. Nel test di calcolo di GeekBench 5 utilizzando Metal, l’API grafica di Apple, c’è una chiara differenza, con l’M1 Max che ottiene un punteggio molto più alto. La stessa cosa è successa in Wildlife Extreme, l’unico benchmark all’interno del più grande strumento 3D Mark che funziona su Mac M1, oltre a Windows, iOS e altre piattaforme. Lì, l’M1 Max abbinato a un nuovo Razer Blade 14 con la GPU Nvidia RTX 3080. A cadere tra il Max e il Pro c’era un vecchio laptop da gioco con una Nvidia RTX 2080 Max-Q.

Inoltre, se desideri utilizzare il tuo Mac per altre attività mentre sta svolgendo attività intensive, potresti trovare la macchina più reattiva.

Ho parlato con il collega residente a Brooklyn Joseph Ibrahim, specializzato in illuminazione VFX e l’ho invitato a provare il MacBook Pro da 14 pollici con il chip M1 Pro e l’M1 Pro da 16 pollici con il chip M1 Max. Ha eseguito il rendering di una scena nel software di progettazione e animazione 3D Houdini e ha scoperto che il tempo di rendering effettivo era lo stesso sia su M1 Pro che su M1 Max, ma […] il sistema M1 Max sembrava molto più reattivo rispetto a M1 Pro durante l’utilizzo.

Ma altri potrebbero vedere meno differenza.

Come utente mainstream, che si diletta nell’editing video, nella modellazione 3D e nei progetti Photoshop/Illustrator, è stato difficile trovare una differenza di prestazioni durante i miei primi giorni con questi sistemi. Ciò includeva i benchmark standard che di solito utilizziamo come primo passaggio per giudicare le capacità di un computer, inclusi GeekBench 5, Cinebench R23 e un rapido test di rendering Premiere 8K che ho messo insieme. 

Per gli editor video più casual, pensa anche che ci sia un caso per attenersi al chip M1.

L’altro mio consiglio è che per le persone come me che si dilettano con app creative di fascia alta per l’editing video di base, il MacBook Air con alimentazione M1, il MacBook Pro da 13 pollici o l’iMac da 24 pollici sono perfetti anche per l’editing video 4K. Come ho detto nella mia recensione del MacBook Pro da 16 pollici, se vuoi solo un nuovo MacBook Pro per il design, la webcam o le porte aggiornati, sappi che stai facendo quello che è essenzialmente un acquisto di vanità. 

Naturalmente, anche un guadagno relativamente piccolo può giustificare l’acquisto per i professionisti creativi per i quali la differenza di prezzo dei chip diventa insignificante rispetto al valore del loro tempo.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Ecco come aggiornare la app in iOS 13

Amazon Prime Video è tornato su App Store dopo una misteriosa sparizione

Apple prevede di adottare il proprio chip 5G su iPhone

Leonardo Playblog.it

Lascia un commento