Prime Video

Il finale spiegato del film Censor (2021)

censor film finale spiegato

Il finale spiegato del film Censor (2021), un thriller psicologico del 2021 scritto e diretto da Prano Bailey-Bond. Il film è ambientato negli anni ’80 e segue un censore incaricato di approvare Video Nasties.

Uno dei film che sta recensendo le ricorda un incidente che ha coinvolto sua sorella e si mette alla ricerca del fratello scomparso. Il film ha Niamh Algar nel ruolo principale ed è una versione intrigante degli anni ’80, quando i film in VHS hanno messo le persone molto preoccupate per ciò che i film cruenti avrebbero fatto alla società.

Ecco qui di seguito la trama e la spiegazione del finale del film Censor (2021). Ovviamente se non avete guardato il film e non volete spoiler – non andate avanti nella lettura.

Censor: cosa sono i video cattivi (Nasties video)?

Video Nasties era un gergo tra l’inizio e la metà degli anni ’80 nel Regno Unito per film eccessivamente violenti e cruenti pubblicati direttamente su nastro.

Questi film hanno provocato un panico morale nella società che ha portato le persone a credere che questi film avrebbero creato la prossima generazione di assassini.

La preoccupazione era che, al contrario di una sala cinematografica in grado di controllare il pubblico, i bambini potevano potenzialmente mettere le mani su questi nastri e rivedere la violenza all’infinito.

Anche i tassi di criminalità in aumento per coincidenza (all’epoca) furono attribuiti a questi film. Sono stati messi in atto censori per proiettare ogni Video Nasty e vietarlo o approvare il film con molti tagli.

Il finale spiegato del film Censor (2021)

Come ha spiegato il direttore di Censor (2021) in un’intervista, c’era una certa ipocrisia sul concetto di censura. Le autorità credevano che mentre la morale del pubblico in generale potesse essere corrotta guardando questi film cruenti, lo stesso film in qualche modo non avrebbe influito sulla censura. Il film segue la vita di Enid, una censura, e come il suo lavoro influisca sulla sua vita.

“Penso che dobbiamo affrontare la domanda più urgente che il film solleva e, sfortunatamente, non ci sono prove concrete in un modo o nell’altro.”

Che fine ha fatto Nina? Enid ha ucciso Nina? – il finale spiegato del film Censor

Sì, Enid ha causato la morte di Nina e l’ha cancellato dalla sua memoria cosciente. Da bambini, Enid ha portato Nina in una foresta e ha spinto Nina ad avventurarsi più in profondità.

Anche se Enid potrebbe non aver ucciso Nina a colpi di arma da fuoco, Enid ha fatto fare a Nina qualcosa di sconsiderato, causandone la morte.

Sappiamo che il trauma è stato così intenso che Enid ha soppresso questo ricordo a causa della grande quantità di colpa nel suo cuore. Quindi probabilmente non è stato un rapitore a portare via Nina perché non sarebbe stata tutta colpa di Enid.

Immaginiamo che Enid abbia convinto Nina a uscire dal sentiero segnato, e Nina sia caduta e si sia ferita e forse ha perso i sensi. Enid, sopraffatto dal senso di colpa e dallo shock, probabilmente ha lasciato l’area.

Nina potrebbe essere stata priva di sensi ma ancora viva a quel punto, motivo per cui Enid crede che Nina non sia morta nemmeno ai giorni nostri. La colpa di qualcosa potrebbe aver contribuito a reprimere questo evento nella memoria.

Perché il corpo di Nina non è mai stato ritrovato?

Bene, il trauma di Enid le ha fatto dimenticare l’evento e i dettagli di dove si trovavano. Quindi, quando i suoi genitori e le autorità cercano di interrogarla, non riesce a ricordare alcun dettaglio.

C’è stato uno sforzo per cercare Nina, ma nessuno ha saputo quanto e in quale parte della foresta andassero le ragazze e quindi Nina non fu mai trovata.

Passano gli anni e al giorno d’oggi Enid lavora come una censura che prende molto sul serio il suo lavoro. È precisa, meticolosa e si considera proteggere le persone.

Enid continua a credere che Nina sia ancora viva e che un giorno la troverà. Come mostrato in una scena, possiamo immaginare Enid che si avvicina a molte rosse, sperando che sia Nina.

I genitori di Enid vogliono la chiusura e vanno avanti e creano il certificato di morte di Nina datato il giorno della sua scomparsa. Enid è turbata da questo e si ribella dicendo: “L’avrei saputo se fosse morta”. Ancora una volta, questo indica che quando Enid ha lasciato Nina nella foresta, Nina potrebbe essere stata ancora viva.

Il film Deranged e l’importanza nel film Censor – il finale spiegato

Deranged, un film che Enid vede per caso, ha scene di una persona che mangia i volti della sua vittima. Sfortunatamente, qualcuno uccide sua moglie e le mangia la faccia. I media dichiarano che il film ha influenzato il crimine e la censura è responsabile della sua approvazione. Questo arco è significativo per tre ragioni.

Una mente può modificare o censurare i dettagli di un evento per proteggersi dal trauma. La mente dell’Amnesiac Killer ha fatto questo, così come quella di Enid.

L’assassino rivela più tardi in tribunale di non aver mai sentito parlare del film Deranged. Questo ci mostra che la società si è avventata sul film e sulla censura perché hanno già deciso che i film avrebbero portato ai criminali a mettere in atto quelle azioni. Questo avrebbe dato adito alle persone di dire: “Guarda, è successo!”.

Enid, che protegge le persone , ha commesso un errore e questo le fa dubitare di se stessa e della sua morale mentre valuta questi film. Questo è il primo colpo che porta alla luce quei ricordi repressi.

L’altro film Don’t Go In The Church

Un giorno, un produttore, Doug Smart, visita l’ufficio di Enid e le chiede di dare un’occhiata a uno dei suoi film, Don’t Go In The Church.

Dice che il regista, Fedrick North, voleva l’occhio di una donna sul film. Come parte del suo lavoro, Enid guarda il film. Ha due sorelle che entrano in una foresta e una di loro spinge l’altra a entrare in una capanna. La sorella maggiore prende quindi un’ascia, entra in casa e uccide la sorella a colpi di arma da fuoco.

L’esperienza di Enid nei boschi con Nina arriva alla grande e lei se ne va per vomitare. Proprio come The Amnesiac Killer ha mangiato la faccia di sua moglie identica agli omicidi di Deranged anche se non aveva mai visto il film, l’esperienza di Enid con sua sorella che corrisponde alle immagini in Don’t Go In The Church è solo una coincidenza.

Sulla via del ritorno a casa, Enid sente un lamento e segue il suono nell’oscurità. Questa scena indica che Enid sta ora scendendo nelle chiazze oscure del suo subconscio. Inizia ad avere incubi con sua madre che la incolpa per la morte di Nina.

Enid va in un negozio di video per mettere le mani su altri film realizzati da Fredrick North e ne prende uno chiamato Asunder.

L’attrice Alice Lee assomiglia a Enid e questo fa credere a Enid che Alice sia la sua sorella perduta da tempo, Nina. Enid ne parla ai suoi genitori, che sono chiaramente stanchi della sua inutile ricerca di Nina. Possiamo vedere che suo padre incolpa ancora Enid per la scomparsa di Nina.

Enid ha ucciso Doug? – il finale spiegato del film Censor

Sì, Enid uccide accidentalmente Doug, ma il suo cervello cancella quel ricordo. Anche se Doug è un donnaiolo, qui non c’è niente di sinistro.

Alice Lee è un’attrice protagonista del sequel di Fredrick North di Don’t Go In The Church, girato vicino alla casa di Fred. Questo sarà il suo ultimo film perché Doug non vede un futuro promettente per Alice. Enid, che si sta avvicinando alla bocca della follia, presume che la troupe ucciderà Alice dopo il film. Enid spinge Doug, che fa una mossa su di lei, e la sua testa viene accidentalmente impalata sul suo trofeo.

Enid riceve una chiamata da Doug a casa sua, ma questa è solo la sua immaginazione. Osserva come la voce di Doug dice casualmente: “Sta girando un succoso sequel”. La mente di Enid sta sputando frasi con la voce di Doug.

Fredrick North ha rapito Nina in Censor?

No, Fredrick è solo un regista che lavora con Alice, e lei non è Nina. Enid ruba l’indirizzo di casa di Fredrick e arriva. La coincidenza è che l’attrice che interpreta la sorella di Alice Lee in Don’t Go In The Church 2 non si è presentata.

Grazie alla somiglianza di Enid con Alice, la truccatrice scambia Enid per essere quell’attrice e la porta dentro. La persona truccata menziona anche che è strano che Doug non si sia fatto vivo perché non perde mai una scena di omicidio cruento, confermando che Doug è davvero morto. Fredrick preferisce utilizzare elementi naturali per creare l’atmosfera e utilizzare l’intensità risultante per potenziare le sue scene.

Quando Fredrick dice la scena delle sorelleè stato ispirato da una storia vera, non si riferisce alla storia di Enid. Fredrick sta onestamente scambiando Enid per essere il suo cast. Tuttavia, l’intera configurazione lo rende fin troppo reale per Enid.

Censore: Enid uccide Fredrick North e Beastman?

Sì, uccide sia Fredrick che Beastman. Fredrick indica a Enid la cabina, il luogo delle riprese per la scena del suo film.

Enid viene abbracciata da Charles, l’attore che interpreta Beastman. Quando Enid vede Beastman tenere Alice, protegge sua sorella e colpisce Charles con l’ascia.

Charles esclama, dicendo: “Questo non è nel copione” quando Enid gli va incontro. Dall’espressione di Alice si vede che anche lei è confusa dall’avvicinarsi di Enid con l’ascia. Ormai, Enid vede le cose nel formato di Video Nasties, con sangue e sangue esagerati. Il cuore di Beastman dice: “Io sono l’orrore”, indicando che l’orrore è già nel cuore delle persone e che i film non lo causano.

Enid poi uccide Fredrick in un impeto di rabbia, che è anche visualizzato irrealisticamente da lei. Alice scappa e Enid la insegue.

Spiegazione del finale del film Censor

Il finale del film Censor rivela che Enid ha completamente perso la testa e il senso di colpa per la morte di Nina ha alterato la sua percezione al punto da immaginare un lieto fine completamente falso per se stessa.

Nota come le scene da quando Enid atterra sul punto di ripresa iniziano ad avere un rapporto di aspetto più stretto. Alla fine del film, le impostazioni hanno assunto un rapporto di 4:3, proprio come i vecchi televisori.

Anche la colorazione va dal cinema attuale a una tonalità anni ’80. Questo cambio di struttura avviene in tandem con la mente di Enid che si trasforma in una spirale di follia.

Alice urla ad Enid, dicendo che era solo un film e che non è sua sorella. Dopo questo, Alice se ne va da lì. Enid immagina nelle sue mani un controllo video che lei aziona.

Dopo questo, Enid entra in una realtà utopica alternativa dipinta dalla sua mente in cui Alice ritorna affermando di essere Nina. Le due sorelle corrono felici attraverso la foresta, ed Enid riporta Nina dai suoi genitori, e tutti sono entusiasti.

La notizia afferma: “I video cattivi sono stati completamente sradicati. Il tasso di criminalità in Gran Bretagna è effettivamente sceso a zero. È proprio come abbiamo detto, le strade della Gran Bretagna sono finalmente al sicuro.

Il tasso di occupazione è a livelli record. I criminali sono tutti in galera”. Questo è tanto lontano dalla verità quanto Enid lo è dalla sanità mentale. I fotogrammi eccessivamente allegri sono intrecciati con scorci di realtà, mostrando i genitori di Alice ed Enid in agonia a causa della follia omicida in cui si è imbarcata Enid, e il film volge al termine.

Amazon Prime Video

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Le serie in scadenza ad aprile di Amazon Prime Video

Il lago delle oche selvatiche su Prime Video

Lo special The Grand Tour: Lochdown è su Amazon Prime Video

Alessio PlayBlog.it

Lascia un commento