Netflix News

Il finale spiegato del film Nome in codice: imperatore

nome in codice imperatore finale spiegato

Ecco la spiegazione del finale del film thriller spagnolo Nome in codice Imperatore. Il film diretto da Jorge Coira, segue il viaggio di un ufficiale dell’intelligence che, mentre fa il suo lavoro, si rende conto che quello che stava facendo non era del tutto etico.

Si rende conto di essere diventato una parte inevitabile di una configurazione capitalista corrotta. Poi il suo coinvolgimento senza precedenti con una ragazza gli ha fatto ripensare alle sue decisioni e scelte di vita.

*attenzione seguono spoiler sul film*

Il riepilogo della trama del film Nome in codice Imperatore

Juan è stato investito di molte responsabilità nella sua vita. Era il migliore del settore e i suoi superiori sapevano che era una garanzia, anche quando le probabilità di avere successo erano davvero poche. erano a suo favore.

Lavorava per un’agenzia di intelligence della polizia di stato. Gli sono stati affidati vari compiti specializzati e operazioni segrete, dove spesso doveva mettere a rischio la sua vita.

Juan aveva il compito di riferire direttamente a Galan e aveva una piccola squadra di due ufficiali: Ana e Chema. Galan era interessato a sporcare un po’ contro un membro del Congresso di nome Angel Gonzales. Juan aveva cercato di ottenere alcune informazioni che potessero dargli influenza sul politico, ma non era riuscito a trovare nulla.

Cerca di dire a Galan che l’uomo era pulito, ma Galan non era pronto ad accettare un no come risposta. Aveva una filosofia semplice che se non c’era niente contro un ragazzo, poi gli lanci l’esca e poi vedi se ci casca o no.

Juan non era una persona a cui piaceva farsi coinvolgere in pratiche di corruzione. Ma questa volta non aveva scelta. Doveva fare quello che gli chiedeva il suo capo.

Contemporaneamente, stava anche cercando di intercettare la casa di una persona sospettata di essere coinvolta in alcune pratiche illegali. Juan non aveva idea di cosa stesse combinando quest’uomo, quindi ha trovato un modo per entrare in casa sua e truccarla con telecamere e microfoni nascosti.

Il finale del film Nome in codice imperatore – cosa succede nel film?

Ha assunto un paio di ragazzi per spaventare una donna di nome Wendy, e poi è venuto lui stesso e ha fatto finta di salvarla da loro.

Questo è stato semplicemente uno stratagemma astuto per conquistare la fiducia della signora, che poi gli ha offerto di venire a casa sua, vedendolo sanguinare. Wendy stava effettivamente lavorando come collaboratrice domestica per le stesse persone che Juan stava cercando.

Sapeva che Wendy era rimasta a casa loro, e se lo vedeva sanguinante, lei gli avrebbe offerto di venire a casa sua. Non appena ne ha avuto l’opportunità, è andato nella zona giorno e ha piazzato telecamere nascoste dappertutto.

Juan e il suo team hanno visto nel filmato registrato dalle loro telecamere nascoste che un uomo di nome Gunter Schull stava incontrando quelle persone e stavano cercando di vendergli qualcosa. Ma Juan non è stato in grado di trovare alcun tipo di prova incriminante.

Juan è andato ancora una volta a casa per vedere se si stavano perdendo qualche dettaglio. C’era una telecamera a circuito chiuso in casa che era puntata verso uno scaffale di scarpe. La ha torovato molto strano e ha pensato che o le scarpe fossero davvero costose o forse c’era uno spazio di archiviazione segreto da qualche parte su quel lato.

La squadra ha segnato l’oro. Hanno visto un uomo estrarre un laptop dallo spazio di archiviazione segreto nel muro. Juan ha così deciso di usare ancora una volta Wendy per il suo scopo.

L’ha incontrata e quando erano insieme, il team aveva preso tutte le informazioni dal laptop. Hanno scoperto che un metallo chiamato Cobalt 60, usato per fabbricare bombe, veniva contrabbandato in tutta Europa.

Il finale del film Nome in codice Imperatore

Avevano bisogno di un informatore che facesse parte della cerchia ristretta e potesse fornire loro approfondimenti e dettagli sulle merci di contrabbando. Juan ha incontrato Lazslo, i cui 50 kg di cocaina erano stati precedentemente confiscati dalle autorità.

Juan si è offerto di restituirgli tutta la sua spedizione se lui, a sua volta, gli avesse fornito le informazioni di cui aveva bisogno. Laszlo gli ha detto che la base da cui venivano contrabbandate le merci era il porto di Bilbao.

Juan e Ana hanno rintracciato un tizio che lavorava nel porto e controllato il suo veicolo per qualsiasi prova. Ma non sono riusciti a trovare nulla. Più tardi, hanno appreso attraverso le riprese delle telecamere a circuito chiuso del porto di Bilbao che si era fermato al posto di blocco e aveva consegnato la chiave alla guardia.

La merce è stata prelevata dal suo veicolo e collocata all’interno di un altro in piedi accanto ad esso. Juan e Ana hanno scoperto che Gunter Schull aveva prelevato un campione per farlo controllare. Sapevano che l’intero affare sarebbe avvenuto in qualsiasi momento.

Nel frattempo, Wendy venne a sapere che Juan aveva piazzato delle telecamere nella casa del suo capo, e questo era il motivo per cui era entrato in contatto con lei in primo luogo. È scoraggiata perché ha iniziato a sviluppare sentimenti per Juan.

Ma si è reso conto che era solo una pedina nel suo gioco di scacchi. Wendy ha deciso di fare le valigie e di smettere di lavorare lì. Juan va subito incontro a lei e le dice che se esce di casa così all’improvviso, i suoi capi le daranno la caccia. Wendy si convince e decide di restare dentro.

Il finale di “Nome In Codice: Imperatore” spiegato: Wendy e Juan si mettono insieme?

Juan e la sua squadra alla fine si sono impadroniti di Gunter e hanno impedito al Cobalt 60 di entrare di nascosto in Europa. Juan non era riuscito a sporcare Angel Gonzales. Sapeva che Angel era tutto pulito, ma Galan non voleva tornare a mani vuote.

Si stava irritando perché Galan gli stava facendo fare ogni sorta di insabbiamento che non gli piaceva. Un calciatore di nome Fernando aveva picchiato senza pietà il suo amante. La ragazza ora lo stava minacciando di andare alla polizia.

Il proprietario del club per cui giocava sapeva che Fernando era una risorsa importante per loro. Così Juan è stato inviato per mitigare le circostanze. Juan ha mostrato che si trattava di un caso di rapina e ha costretto la ragazza a non denunciare il crimine alla polizia.

Le ha detto quanto fossero pericolose queste persone influenti e come la sua dichiarazione potesse compromettere la sicurezza della sua famiglia.

Juan ha creato un account falso con il nome di Sara e ha iniziato a parlare con Angel su un social media messenger. Angel faceva tutto questo anche attraverso un account falso di nome Sergio.

Angel stava chiedendo di incontrarsi, e Juan sapeva che ora doveva organizzare una vera ragazza che avrebbe dovuto incontrarlo. Juan ha assunto Marta per fare il lavoro. Era la figlia di un attore famoso ed era stata ripresa dalla telecamera mentre si abbandonava a un atto sessuale.

Juan aveva ancora quel video e lo usava per ricattarla e farla incontrare Angel nei panni di Sara. Angel e Marta si incontrarono, ma quest’ultima non riuscì a trovare nulla di incriminante o sospetto durante la prima visita.

Juan denuncia la corruzione? Il finale del film Nome in codice Imperatore

Nel frattempo, Juan è stato mandato a Panama City da Galan per ottenere il rilascio di un giudice, che era stato trattenuto dalle autorità locali, poiché il ragazzo con cui stava passando la notte era morto cadendo dal balcone.

In realtà il ragazzo non si era lanciato da solo ma era stato spinto dal balcone dal giudice. Il ragazzo aveva avuto un attacco di epilessia e il giudice si è spaventato pensando alle implicazioni della morte di una scorta nella sua stanza.

Ancora una volta, Juan ha assistito a come le azioni corrotte di un burocrate di prim’ordine venivano spazzate via sotto il tappeto, mentre un uomo innocente non poteva nemmeno ricevere alcuna dignità dalla morte.

Angel stava partecipando a un evento sportivo e Juan ha intenzionalmente fatto fare lo stesso anche a Marta. Sapeva che questa volta Angel sarebbe caduto nella trappola. Juan aveva già posizionato una telecamera nella sua stanza, che registrava tutto quello che era successo.

Marta ha poi sbattuto la testa sul lavabo ed è scappata dalla stanza. Juan è arrivato immediatamente sulla scena e ha detto ad Angel che era in grossi guai. Finse di non avere idea di chi fosse Marta. Gli ha chiesto se fosse a conoscenza di informazioni segrete che i suoi nemici avrebbero potuto cercare.

Il video con Marta e Galan

Ma Angel non era coinvolto in alcuna attività del genere che avrebbe potuto essere usata contro di lui. Juan ha detto lo stesso a Galan, ma non gli ha detto che aveva ancora il suo video in cui condivideva un momento intimo con Marta.

Era perché Marta gli aveva fatto capire quanto fosse diventato privo di emozioni facendo tutto il lavoro sporco per il governo. Ha distrutto il suo laptop, che conteneva il filmato di Angel, ma Juan aveva un backup sul posto.

Quando Juan aveva quasi deciso che non avrebbe detto a Galan del video, si è reso conto che Wendy era stata presa in custodia dalla polizia.

Anche Galan aveva messo un uomo dietro a Juan e tutte le sue attività venivano monitorate. Juan ha deciso di dare il filmato di Angel a Galan e gli ha detto che voleva che Wendy fosse immediatamente rilasciata in cambio.

Juan aveva contattato il suo conoscente di nome Charo Montes, che era un giornalista. Le aveva fornito le informazioni su tutte le operazioni a cui aveva preso parte. L’unità è stata protetta con una password. Juan le disse che faceva parte del suo piano di emergenza e che le avrebbe dato la password se tutto fosse andato secondo il suo piano.

Una volta che si è assicurato che Wendy fosse fuori dal paese, le ha dato la password. Le pratiche di corruzione del governo erano allo scoperto. Anche Juan ha fatto le valigie e ha deciso di lasciare il posto. Forse sarebbe andato a incontrare Wendy e, come le aveva detto,

La conclusione del film

Wendy doveva essere solo una scala che li aiutasse a portare a termine la loro missione, ma Juan in realtà si innamorò di lei nel processo.

In “Nome in codice: Imperatore”, vediamo che Wendy è stata presa in custodia per non avere documenti adeguati, poiché era una migrante illegale, e Juan sapeva che avrebbe fatto qualsiasi cosa per farla rilasciare e garantire la sua sicurezza.

Quando Juan va a barattare le informazioni che aveva su Angel, Galan gli disse qualcosa che probabilmente lo aiutò a fare quel passo drastico di lasciare il suo lavoro e nutrire il sogno di stabilirsi con Wendy alla fine.

Galan ha detto che per mantenere il delicato equilibrio della società, deve fare cose che altri chiamerebbero invece non etiche. Il denaro veniva riciclato in tutto il paese, i ricchi e i potenti facevano quello che volevano, venivano prese vite innocenti, e la giustizia è stata completamente derisa da questi mediatori di potere.

Tutti erano come un burattino, e le loro fila venivano tirate da queste persone comodamente sedute in cima alla catena alimentare.

Il finale del film Nome in codice imperatore

In primo luogo, avevano bisogno di un po’ di sporcizia contro Angel perché sentivano che era il tipo di uomo che teneva in grande considerazione la morale e l’etica e poteva andare contro di loro e fare come aveva promesso ai suoi fedeli elettori.

Volevano avere un po’ di controllo su di lui. Ma ora avevano bisogno di lui, per ripulire l’immagine del partito al governo. Così, è stato immediatamente nominato a capo del coordinamento del caucus parlamentare. Il destino delle persone è stato deciso in base ai capricci e alle fantasie di persone come Galan.

Juan non voleva far parte di questo fragile sistema e, tramite il suo amico giornalista, ha portato allo scoperto le loro pratiche scorrette. Forse se ci fosse un seguito di “Nome in codice: Imperatore”, allora sicuramente avremmo assistito alle autorità che inseguivano Juan con tutta la loro forza mentre il loro fragile ego era stato infranto.

 

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Arriva oggi il Film Coffee & Kareem solo su Netflix

Living With Yourself: una commedia esistenziale e creativa

Hello Ninja Stagione 2 su Netflix guarda ora la divertentissima serie di animazione

Lascia un commento