Netflix News

Il finale spiegato di Che fine ha fatto Sara 2

che fine ha fatto sara 2 finale spiegato

Il finale di Che fine ha fatto Sara 2: ecco la spiegazione della seconda stagione e ulteriori dettagli sulla simbologia vista nella serie Netflix che ha catturato il pubblico.

Attenzione Spoiler della seconda stagione di Che fine ha fatto Sara? Se non hai ancora visto gli episodi ti consigliamo di non leggere oltre. Who Killed Sara Stagione 2

Se sei qui, hai già visto tutti gli episodi della stagione 2 di Che fine ha fatto Sara e sei arrivato al finale. Ancora una volta lascia il pubblico viene lasciato con un cliffhanger (un finale aperto) in quanto solleva più domande di quante ne risponde negli attimi finali della stagione.

Da quando l’avvincente dramma di José Ignacio Valenzuela è stato presentato in anteprima su Netflix nel marzo 2021, la serie è balzata in cima alle classifiche della piattaforma di streaming. La serie è diventata la serie in lingua straniera più popolare mai pubblicata negli Stati Uniti, e nel mondo.

Che fine ha fatto Sara 2 vediamo la ricerca di Alex per l’assassino di Sara che si trasforma in un’indagine sulla doppia vita di Sara.

Nel frattempo, il cadavere trovato nel cortile di Alex viene finalmente identificato e molte domande della prima stagione ricevono una risposta mentre i personaggi vengono spogliati delle loro cosiddette maschere.

Il finale di Che fine ha fatto Sara 2

Ma come ha rivelato la scena finale del finale della seconda stagione, la storia non è ancora finita. Entro la fine della seconda stagione dello show di Netflix, ci sono molti altri omicidi.

Ci lasciamo alle spalle una lunga serie di sangue. Vediamo la morte di Moncho, Elroy, Lorenzo, Clara e il padre di Sara tutti confermati come morti. Marifa è presunta morta. Avendo simulato la propria morte, anche César Lazcano è considerato legalmente morto.

Mentre tutti i loro assassini sono stati identificati e alcuni sono stati assicurati alla giustizia, la domanda più grande della prima stagione di Che fine ha fatto Sara rimane la stessa: chi ha ucciso Sara?

Tutto quello che c’è da sapere su quello che è successo a Sara e su chi sia il vero responsabile della sua morte non è stato ancora rivelato. Invece, la seconda stagione si conclude con un altro cliffhanger.

Cosa Succede nel Finale Della Seconda Stagione di Che Fine ha fatto Sara?

Elisa nella seconda stagione di Che fine ha fatto Sara di Netflix, sebbene non risolva la domanda principale risponde a diverse domande della stagione precedente, come l’identità del corpo sepolto nel cortile di Alex, che si è rivelato essere il padre di Sara.

Poi finalmente scopriamo che César ha sparato e ucciso per salvare la vita di Sara. La seconda stagione ha anche confermato che Marifer era la persona dietro Diana la cacciatrice e che Nicandro non era davvero morto come pensava Alex.

La serie Netflix ha anche rivelato che Mariana, sebbene non sia responsabile della morte di Sara, era davvero un’assassina. Basandosi su una scena di montaggio nel finale di stagione, sembra anche che sia stata lei a rinchiudere Rodolfo nella sauna.

La sequenza, che immagina Mariana che guarda indietro ai suoi crimini, include Rodolfo che cerca di fuggire dalla sauna. Vediamo anche Mariana trovarsi faccia a faccia con le sue vittime, mentre Elroy, Clara e Sara tornano tutti a perseguitarla.

La scena ha portato a speculazioni sul fatto che Mariana possa parlare con i morti perché anche lei è morta. Ma è anche possibile che stia avendo un crollo psicotico per il senso di colpa che prova per tutti quei peccati che si è portata dietro.

Spiegazione della Telefonata di Nicandro e della scena finale di Che Fine ha fatto Sara

Proprio quando sembrava che la stagione 2 di Che Fine ha fatto Sara avesse rivelato l’identità dell’assassino di Sara, i momenti finali del finale hanno presentato un altro colpo di scena.

Nicandro, presumibilmente al telefono con lo psichiatra di Sara, il dottor Alanis, indica che “loro” sono stati i responsabili della morte di Sara. Ma sappiamo che Marifer è quella che ha tagliato la corda, causando l’incidente di Sara.

Quindi a chi si riferisca esattamente Nicandro e come siano stati responsabili della morte di Sara rimane un mistero. Questa è la domanda più grande rimasta alla fine della stagione 2 e fornisce indizi su dove è diretta la storia nella stagione 3.

Sulla base della conversazione, sembra che Nicandro, suo padre e forse il dottor Alanis siano complici della morte di Sara.

Dopo che Elroy dice a Nicandro che Sara era dietro al suo incidente e tentato omicidio, Nicandro e suo padre potrebbero essere andati dal dottor Alanis per chiedere aiuto. In quella occasione potrebbero avergli chiesto di intervenire e mettere Sara in un ospedale psichiatrico.

I file esaminati da Nicandro in quella scena finale suggeriscono che Sara faceva parte di un esperimento psichiatrico. Se è così, potrebbe spiegare come Nicandro e suo padre siano coinvolti nella morte di Sara insieme al suo psichiatra.

Cesar in Che fine ha fatto Sara 2

Alla fine di Che fine ha fatto Sara stagione 2, man mano che vengono rivelate altre informazioni sulla vera identità dei personaggi, come li vediamo si evolve anche il personaggio di Cesar.

Non solo Marifer ha confermato di essere sia Diana la cacciatrice che la sorellastra di Sara nella seconda stagione, ma si rivela anche essere la cattiva della storia.

Allo stesso modo, la non così dolce e innocente Clara si rivela essere la sorella e la spalla di Marifer nei suoi piani.

Nel frattempo, Elisa finalmente si oppone a suo padre e a tutto ciò che lui rappresenta bruciando il casinò, Chema si sacrifica per proteggere Alex da più tempo in prigione, César si rivela non essere completamente senza cuore, dopotutto, e Mariana passa dall’essere al centro della sua famiglia per finire tutta sola alla fine.

L’evoluzione di César è forse la più sorprendente di tutte, data la sua natura crudele e incurante nei confronti di tutti, compresi i suoi figli in tutta la serie.

Mentre alla fine si presenta per sua figlia, César non fa lo stesso per Chema, che si prende la colpa dell’omicidio del padre di Sara, un crimine commesso da César.

César e Sara: e se per entrambi la morte fosse stata simulata?

Nella sua scena finale della seconda stagione, César dice che l’unico debito che ha è avere un figlio e chiamarlo Alex, quindi non sembra desideroso di uscire allo scoperto per salvare Chema nella terza stagione.

Dato che César riesce a fingere la propria morte e a tornare in vita più avanti nella stagione, non è irragionevole presumere che Sara avrebbe potuto fare lo stesso. Questa è una di quelle possibilità che metterebbe tutto in discussione.

Questo elemento della trama nella seconda stagione potrebbe suggerire il ritorno di Sara nella terza stagione. Dopotutto, un corpo non è ancora stato mostrato della ragazza.

Il simbolismo di medusa e della connessione alla psicologia

Nel finale di Che Fine ha fatto Sara 2, Nicandro, nell’ambulatorio del medico, sfoglia una cartella etichettata ” SG primo paziente del progetto ” con un disegno di Medusa in copertina.

Secondo il mito greco, Medusa era una delle tre Gorgoni, spesso descritte come mostruose figure alate femminili con serpenti per capelli. In questo caso, il simbolo è probabilmente un logo per il progetto menzionato sulla cartella, che potrebbe avere qualcosa a che fare con i trattamenti di elettroshock che Sara ha ricevuto nella stagione 2.

Ma potrebbe anche indicare che c’era un altro studio sperimentale più segreto di cui Sara faceva parte prima della sua morte.

Il mito di Medusa è stato a lungo utilizzato nel campo della psicologia e della psicoanalisi. L’analista junghiana Marion Woodman ha descritto il “Complesso di Medusa” come uno stato dissociato che si traduce in una paralisi basata sulla paura causata dal conflitto tra l’immagine idealizzata e perfetta di se stessi e il mondo rispetto alla sua realtà.

Questo ricorda da vicino l’apparente stato psicologico di Sara in tutta la serie. Nei giorni che precedono il suo incidente di parapendio, inizia ad avere una visione sempre più distorta sia di se stessa che di coloro che la circondano, credendo che tutti vogliano prenderla.

Ovviamente, data la complessa personalità dei personaggi, potrebbe essere che Sara avesse ragione a sospettare che ci fosse un complotto contro di lei.

Il finale di Che fine ha fatto Sara 2: le “Due Facce”

Man mano che lo spettacolo procede, viene rivelato un lato di ciascuno dei personaggi. La stagione si apre con un episodio intitolato “The Two Faces of Sara”, e c’è un significato più profondo dietro il titolo.

Concentrandosi sulla doppia natura della personalità di Sara dall’inizio della stagione 2, la serie si rifà alla mitologia romana e ai “Due volti di Giano”.

Secondo il mito, Giano rappresenta il tempo e la dualità. Raffigurato con due facce, si dice che Giano simbolizzi sia il passato che il futuro, e il passaggio da una fase all’altra. Da qui deriva anche il termine “bifronte”.

Mentre il primo episodio si concentra sulla doppia vita di Sara, diventa subito chiaro durante la seconda stagione che non è l’unica a nascondere la vera sé. Vediamo i membri della famiglia tradirsi a vicenda, i nemici diventare amici. E la storia continua a confondere i confini di ciò che davamo per scontato.

Questi temi ci portano alla grande rivelazione del finale: il tradimento di Nicandro. Nel penultimo episodio, Nicandro dice ad Alex: “ Non siamo mai stati amici “. C’è un doppio significato qui, alludendo al fatto che Nicandro è ancora un nemico travestito. Come i legami familiari, anche i legami di amicizia cambiano.

Che Fine Ha Fatto Sara continua a essere uno spettacolo su come nulla è come appare per la prima volta. La scena finale e la rivelazione del progetto Medusa indicano che potrebbero esserci più vittime e la morte di Sara potrebbe far parte di un crimine molto più grande.

Il tutto speriamo che venga quanto prima chiarito in una stagione 3 di Che Fine Ha fatto Sara.

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Il quaderno di Tomy disponibile su Netflix il film basato su una storia vera

Bake Squad – Squadra pasticcieri: un nuovo reality competitivo su Netflix

Alessio PlayBlog.it

Grace e Frankie settima stagione: perché ci sono solo 4 episodi?

Alessio PlayBlog.it

Lascia un commento