Apple iOs iPhone

iPhone 13 i più grandi difetti che Apple deve correggere per mantenere le aspettative

iPhone 13 i più grandi difetti che Apple deve correggere per mantenere le aspettative

L’ iPhone 13 deve affrontare un compito arduo. Oltre alle solite aspettative che accompagnano qualsiasi lancio di prodotto Apple, l’ultimo iPhone avrà il compito di migliorare il suo predecessore.

E data la nostra recensione molto positiva su iPhone 12 e iPhone 12 Pro Max, le nostre aspettative sono piuttosto alte.

Dopotutto, se classifichi i migliori telefoni disponibili in questo momento, troverai un sacco di diversi modelli di iPhone 12 in quell’elenco.

Per quanto l’iPhone 12 sia buono, subisce lo stesso destino di qualsiasi altra cosa assemblata da mani umane: ci sono carenze qua e là su cui le future iterazioni possono migliorare.

E mentre passerà un po’ di tempo prima di ottenere la parola ufficiale su come l’iPhone 13 mira a farlo, abbiamo sentito abbastanza fughe di notizie e voci sui piani di Apple per i suoi futuri telefoni per avere un’idea della strategia che sta prendendo forma dietro le scene.

Ecco uno sguardo più da vicino alla manciata di difetti che abbiamo riscontrato nei nostri test di iPhone 12 e come l’iPhone 13 potrebbe affrontarli.

Accelerare la frequenza di aggiornamento del display su iPhone 13

Viviamo in un mondo con schermi che si aggiornano rapidamente, anche se non lo sapresti nessuno degli attuali telefoni di Apple. Tutti i modelli di iPhone 12 sono dotati di display piuttosto accattivanti in una gamma di dimensioni, ma si aggiornano a 60Hz, la frequenza di aggiornamento standard per la maggior parte degli smartphone.

Tuttavia, i produttori rivali di smartphone hanno accelerato le cose. Da quando il Galaxy S20 è uscito lo scorso anno, Samsung ha offerto display a 120Hz, aggiungendo la possibilità di regolare dinamicamente la frequenza di aggiornamento in base alla tua attività con la linea Galaxy Note 20 Ultra e Galaxy S21.

OnePlus fa lo stesso con il suo OnePlus 9 Pro. Anche il Pixel 5 offre una frequenza di aggiornamento più rapida rispetto agli ultimi iPhone, aggiornando lo schermo a 90Hz.

Una frequenza di aggiornamento più rapida fa la differenza per l’esperienza del tuo smartphone, poiché lo scorrimento diventa più fluido ei giochi diventano più coinvolgenti. Ancora meglio, i telefoni che dispongono di ossido policristallino a bassa temperatura, o LTPO, tecnologia come il Galaxy S21 Ultra possono variare automaticamente le loro frequenze di aggiornamento, senza che tu debba immergerti nelle impostazioni per apportare le tue regolazioni.

Come l’iPhone 13 lo risolverà: tutti i segnali indicano che Apple ha aggiunto la propria tecnologia LTPO, almeno per i modelli di iPhone 13 Pro.

Diverse voci indicano che Samsung fornisce ad Apple i pannelli LTPO e le schede di circuito necessarie, confermando la probabilità che i display si aggiornino rapidamente che si adattano automaticamente all’attività dello schermo.

Ci auguriamo che la funzione si diffonda su tutti i modelli di iPhone 13 e non solo su iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max, come si è detto, ma almeno questo è un passo nella giusta direzione.

Migliorare la durata della batteria

I modem 5G possono assorbire molta energia, quindi non è insolito vedere i primi telefoni 5G di un produttore di telefoni lottare con la durata della batteria.

Questo sembra certamente essere il caso dell’iPhone 12, i primi telefoni 5G di Apple, che non hanno gareggiato per un posto nella nostra migliore lista di durata della batteria del telefono .

Solo l’iPhone 12 Pro Max si è comportato bene nel nostro test della batteria, che prevede la continua navigazione sul Web tramite cellulare (5G in questo caso) fino a quando il telefono non si scarica.

L’iPhone 12 Pro Max ha funzionato per 10 ore e 53 minuti, poco meno del segno di 11 ore superato dai telefoni più duraturi.

Gli altri modelli di iPhone 12 hanno faticato a durare più di 9 ore, con solo l’iPhone 12 Pro che si è spostato al di sopra di quel segno. I test della batteria per iPhone 12 e iPhone 12 mini erano ben al di sotto della media.

Qualcosa deve migliorare con l’iPhone 13 e non si tratta solo di dimensioni della batteria, anche se gli alimentatori all’interno dei telefoni Apple sono piuttosto piccoli rispetto ai dispositivi concorrenti.

L’iPhone 12 Pro Max, ad esempio, funziona con una batteria da 3.687 mAh, quando i telefoni di dimensioni simili di solito hanno almeno 4.000 mAh o batterie più grandi.

Come l’iPhone 13 lo risolverà: ci sono un paio di modi in cui Apple può aumentare la durata della batteria sui suoi telefoni, e uno di questi ha a che fare con la tecnologia LTPO prevista per i display sui modelli iPhone 13 Pro. Gli schermi LTPO vantano un consumo energetico migliore, in modo che la batteria del telefono subisca meno danni se lo schermo deve massimizzare la sua frequenza di aggiornamento. Un rapporto afferma che i display che Apple intende utilizzare possono ridurre il consumo energetico dal 15% al ​​20%.

Anche altri componenti possono intervenire. Presumibilmente, i processori A15 Bionic che sono quasi certi di alimentare i modelli di iPhone di quest’anno saranno più efficienti dal punto di vista energetico rispetto al suo predecessore. E i rapporti affermano che l’ iPhone 13 sarà dotato del modem X60 di Qualcomm, che è più piccolo del modem attuale e dovrebbe consumare meno batteria. Speriamo che tutto ciò porti al ritorno dell’iPhone nella terra dei telefoni di lunga durata.

Fai qualcosa per la tacca

Quando l’iPhone X è uscito per la prima volta quattro anni fa, hai immediatamente visto molti knock-off di Android che hanno copiato l’aspetto distintivo di Apple, proprio sul display intagliato.

E altrettanto rapidamente, hai visto quegli aspiranti iPhone X scomparire, poiché i produttori di dispositivi Android si sono resi conto che agli utenti non importava molto che un pezzo di cornice si intromettesse sui display dei loro telefoni.

Su Android, la tacca ha lasciato rapidamente il posto a perforazioni per la fotocamera anteriore.

Non è così su iPhone, dove la tacca non si limita a ospitare la fotocamera TrueDepth; è anche la casa per tutti i sensori che Apple utilizza per la sua tecnologia Face ID. Quella funzione non sta andando da nessuna parte, il che significa che anche la tacca rimane. Ma ciò non significa che Apple non possa regolare le dimensioni della tacca per la prima volta da quando ha introdotto quel tweak di design quattro anni fa.

Tutti i segnali indicano che c’è meno tacca e ci sono le unità fittizie dell’iPhone 13 per dimostrarlo. In particolare, un’unità per iPhone 13 Pro Max utilizzata dai produttori di accessori per avere una buona idea di quanto sia grande la custodia per iPhone rivela una tacca più piccola del 25% rispetto a quella dell’iPhone 12 Pro. Questo grazie ai chip VCSEL più piccoli, che vengono utilizzati da Face ID per riconoscere il tuo viso.

A differenza degli schermi LTPO, questo particolare cambiamento sembra essere diretto a tutti e quattro i nuovi modelli di iPhone 13. Quindi puoi aspettarti più spazio sullo schermo, sia che tu abbia un iPhone 13 mini o uno dei modelli Pro più grandi.

Spazio di archiviazione

L’iPhone 12 e l’iPhone 12 mini ti chiedono di cavartela con 64 GB, non proprio una quantità enorme di spazio di archiviazione al giorno d’oggi.

Con l’iPhone 12 Pro e l’iPhone 12 Pro Max, Apple ha apparentemente ricevuto il promemoria sulla capacità di archiviazione: gli smartphone seri offrono agli acquirenti molto spazio di archiviazione integrato, soprattutto quando ora c’è modo di aumentare la capacità con una scheda microSD.

Mentre i modelli di iPhone 12 Pro dispongono di 128 GB di spazio di archiviazione soddisfacenti nei loro modelli di base, gli iPhone più economici ti chiedono di cavartela con 64 GB, una quantità di spazio di archiviazione ridotta al giorno d’oggi.

Il Samsung Galaxy S21 da $ 799 offre 128 GB di spazio di archiviazione. Così fa OnePlus 9 da 729 dollari. Il Pixel 5 da $ 699 offre solo un’opzione di archiviazione, ma quel 128 GB è ancora il doppio di quello che ottieni dall’iPhone 12 mini dal prezzo identico. Apple ha bisogno di aumentare il suo spazio di archiviazione.

I piani di archiviazione di Apple rimangono poco chiari a questo punto, quindi è possibile che l’iPhone 13 e l’iPhone 13 mini rimangano bloccati su 64 GB per i loro modelli base. C’è un rapporto secondo cui Apple includerà un’opzione di archiviazione da 1 TB su alcuni modelli di iPhone 13, il che ha alimentato la speculazione secondo cui se Apple lancia questo tipo di capacità, il minimo che potrebbe fare è portare il modello base di iPhone 13 a 128 GB su tutta la linea.

Fotocamere migliorate

“Aspetta un minuto,” potresti dire. “Le fotocamere dell’iPhone 12 non sono già davvero buone?” In effetti, classifichiamo l’iPhone 12 Pro Max come il miglior telefono con fotocamera , grazie alla sua configurazione a tripla lente, e l’iPhone 12 a doppia lente non è poi così lontano.

Obiettivi più grandi sui modelli di iPhone 13 Pro? Sì grazie.

Il problema per Apple, tuttavia, è che nessuno dei suoi concorrenti sta cedendo terreno all’iPhone. Prendi il Galaxy S21 Ultra, dotato di un sensore principale da 108 MP e due teleobiettivi. Anche il Galaxy S21 e il Galaxy S21 Plus superano gli iPhone quando è il momento di ingrandire per uno scatto. E Google ha accennato ai miglioramenti in arrivo al Pixel 6 questo autunno, come algoritmi migliorati per fotografare persone di colore.

In altre parole, Apple non può permettersi di riposare sugli allori con l’iPhone 13. Perché se non tiene il passo con gli altri cellulari, c’è il rischio che i concorrenti lo superino.

Sicuramente sembra che i miglioramenti in corso della fotocamera siano nell’elenco delle cose da fare di Apple per il prossimo telefono. Quell’unità fittizia per iPhone 13 Pro Max raffigura obiettivi più grandi, ideali se vuoi far entrare più luce per migliorare l’acquisizione delle immagini. E i rapporti affermano che Apple adotterà un obiettivo ultra grandangolare a 6 elementi per le sue fotocamere Pro, migliorando l’obiettivo a 5 elementi nell’iPhone 12 Pro. Maggiore è il numero di elementi, migliore è la qualità dell’immagine, potenzialmente.

Sul fronte del teleobiettivo, si dice che Apple stia cercando di utilizzare una fotocamera con obiettivo ripiegato per l’iPhone 13. Ciò migliorerebbe lo zoom ottico sui modelli Pro: è probabile che l’iPhone 13 e l’iPhone 13 mini rimangano solo con una fotocamera principale e una obiettivo ultrawide, in modo che gli scatti con lo zoom siano migliori di quelli prodotti dalle ammiraglie Samsung Galaxy S.

Per quanto riguarda l’iPhone 13 e l’iPhone 13 mini, potrebbero potenzialmente adottare i sensori LiDAR Apple incorporati sui modelli di iPhone 12 Pro.

Accelerare la ricarica

L’iPhone 12 supporta la ricarica da 20 W, una velocità decente, ma non così veloce come la ricarica da 25 W supportata dal Galaxy S21. E non farci iniziare con la ricarica da 65 W che puoi ottenere dagli ultimi telefoni OnePlus.

Sembra che la ricarica MagSafe possa essere più veloce sui nuovi iPhone.
Apple ha introdotto il sistema di ricarica magnetica MagSafe con l’iPhone 12 e che può caricare le cose in modalità wireless a un rispettabile 15W. (L’iPhone 12 mini è limitato alla ricarica da 12 W, presumibilmente perché è così compatto.) Tuttavia, sembra che Apple possa accelerare le cose sul fronte della ricarica.

Come per lo spazio di archiviazione, le velocità di ricarica sono un’area in cui le voci non hanno ancora fornito molte indicazioni. L’unica cosa concreta che abbiamo sentito finora sulla ricarica è che è improbabile che l’iPhone 13 aggiunga il supporto per la ricarica wireless inversa.

Ovviamente, potremmo suggerire ad Apple di invertire la rotta e includere un caricabatterie con i suoi futuri iPhone in grado di supportare velocità più elevate.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Square Enix annuncia Dragon Quest Tact un gioco di ruolo tattico per iOS e Android

Ciao, Jack! Che spettacolo, la gentilezza: il nuovo show per bambini su Apple Tv+

Alessio PlayBlog.it

Da oggi in preordine Tales of Crestoria su iOS e Android

Lascia un commento