La casa di carta: l’attesa per la stagione 3

Netflix ha confermato per La casa di carta le tre anteprime della terza stagione il 19 luglio. Nel trailer i fan vedono un frammento di come è stata la vita per i ladri sopravvissuti: Tokyo, Rio, Nairobi, Helsinki, Denver, The Professor-plus Raquel e Monica.

Lo slogan per la terza stagione è “le loro vacanze sono finite“, il che significa che il governo spagnolo o qualcun altro sta venendo dopo di loro per la rapina da quando sono state rivelate le identità di Tokyo, Rio e The Professor.

Se non hai fatto piani per guardare La casa di carta su Netflix, è il momento di aggiungerlo alla tua lista.

Secondo Forbes, La casa di carta è diventato la serie TV più popolare in lingua straniera sulla piattaforma di streaming nel 2018. E sebbene sia interamente in spagnolo, i sottotitoli rendono facile tenere il passo con tutta l’azione. In vista della premiere della terza stagione di luglio per La casa di carta potremmo rivedere le stagioni precedenti.

L’attore spagnolo Álvaro Morte è nel thriller di La casa di carta nei panni di The Professor. Una misteriosa mente criminale che pianifica una rapina epica di The Royal Mint in Spagna, dove vengono stampati tutti i soldi del paese. Promettendo loro denaro, recluta un gruppo di otto ladri che si chiudono nella zecca con 67 ostaggi per 11 giorni. L’obiettivo. il gol? Stampare 2,4 miliardi di euro, segnando la più grande rapina della storia.

I ladri, ovviamente, sono diventati centrali per lo spettacolo, e ognuno di loro ha i seguenti nomi in codice: Tokyo ( Úrsula Corberó ), Mosca ( Paco Tous ), Denver ( Jaime Lorente Lopez ), Berlino ( Pedro Alonso ), Nairobi ( Alba Flores ), Rio ( Miguel Herrán ), Helsinki ( Darko Peric ) e Oslo (Roberto Garcia Ruiz). I fan sono caduti sotto l’incantesimo di altri due personaggi principali: Raquel ( Itziar Ituño ), il capo negoziatore degli ostaggi incaricato di scoprire chi sono i ladri, e Monica ( Esther Acebo ), uno degli ostaggi che avvisano lo spoiler-Lascia di andarsene con i ladri per motivi per cui ci metteremo un po ‘più tardi.

Sì, la trama diventa ancora più complicata, ma vale la pena guardarla con un sacchetto di popcorn.


Apple        Android        Tecnologia        Game        Netflix

Seguici su Facebook


Leave A Reply

Navigate