Tecnologia

La SEC emette una multa di 5,5 milioni di dollari a Nvidia per informazioni inadeguate sul cryptomining

La SEC emette una multa di 5,5 milioni di dollari a Nvidia per informazioni inadeguate sul cryptomining

Il produttore di chip Nvidia, senza ammettere o negare, ha accettato di pagare una multa di 5,5 milioni di dollari emessa dalla Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti per le accuse secondo cui la società non ha rivelato adeguatamente agli investitori il vero impatto del cryptomining sulla sua attività.

Il rapporto della SEC ha rilevato che durante i trimestri consecutivi dell’anno fiscale 2018 di Nvidia, mentre i prezzi delle criptovalute sono aumentati e la carenza globale di chip ha preso piede, la società non ha rivelato che le sue GPU venivano sempre più utilizzate per il mining di criptovalute e che si trattava di un elemento significativo della crescita dei suoi ricavi materiali.

“Il senior management di Nvidia ha espresso internamente il desiderio di catturare
la domanda di cryptomining e allo stesso tempo proteggere la propria attività di gioco
dai cryptominer e proteggere l’offerta di GPU per i giocatori”, afferma il rapporto della SEC.

Nvidia, di conseguenza, ha lanciato una serie di processori di cryptomining che l’azienda ha poi commercializzato a crypto bros. Il rapporto affermava, tuttavia, che i dipendenti di Nvidia sapevano che le vendite di GPU, principalmente in Cina, stavano aumentando grazie ai minatori di criptovalute.

“Sebbene la società non sia stata in grado di tracciare quando e quali specifiche GPU di gioco sono state acquistate ai fini del cryptomining, il personale dell’azienda ha stimato, utilizzando varie ipotesi, che l’impatto del cryptomining fosse a livelli che indicherebbero che il cryptomining era un fattore significativo nell’anno in anno crescita delle entrate di gioco durante il periodo in questione”.

afferma il rapporto della SEC.

Il rapporto della SEC ha aggiunto che il produttore di chip ha registrato una crescita totale e
un aumento delle sue entrate di gioco rispetto allo stesso periodo dell’anno fiscale precedente.

Le entrate di gioco di Nvidia sono aumentate del 52% anno su anno per il secondo trimestre
fiscale del 2018 e del 25% anno su anno per il terzo trimestre fiscale del 2018.

Il capo delle risorse crittografiche e dell’unità informatica della divisione SEC, Kristina Littman , ha aggiunto in un comunicato stampa che la mancata divulgazione di informazioni critiche ha privato gli investitori dell’opportunità di valutare adeguatamente l’attività di gioco dell’azienda.

“Tutti gli emittenti, compresi quelli che perseguono opportunità che coinvolgono la tecnologia
emergente, devono garantire che le loro comunicazioni siano tempestive, complete e accurate”,
ha affermato.

Nel frattempo, la scorsa settimana la SEC ha annunciato che avrebbe rafforzato le dimensioni delle sue unità di contrasto che prendono di mira le risorse crittografiche e le minacce informatiche. L’unità, precedentemente nota come unità informatica e denominata asset crittografici e unità informatica, guadagnerà 20 membri del team aggiuntivi, portando l’organico totale dell’unità a 50.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

“L’Intelligenza Artificiale per lo Sviluppo Sostenibile” il libro per i decision makers su IA e SDGs

playblog.it

Samsung lancia Future Service, servizio di riparazione a supporto delle piccole e medie imprese

playblog.it

Microsoft pubblica la mappa dei contagi sul coronavirus

Lascia un commento