Tecnologia

L’integrazione di WhatsApp e Facebook Messenger

L'integrazione di WhatsApp e Facebook Messenger

Facebook ha annunciato l’intenzione di integrare tre servizi di messaggistica: WhatsApp, Instagram e Facebook Messenger . Secondo la BBC, le app rimarranno come offerte standalone, ma saranno integrate nel back-end per rendere più facile l’interazione tra i tre.

Facebook ha annunciato l'intenzione di integrare tre servizi di messaggistica: WhatsApp, Instagram e Facebook Messenger . Secondo la BBC, le app rimarranno come offerte standalone, ma saranno integrate nel back-end per rendere più facile l'interazione tra i tre.
WhatsApp, Instagram e Facebook Messenger

L’integrazione significherà che le comunicazioni di direzione tra le app WhatsApp, Instagram e Facebook Messenger saranno possibili.

Facebook ha già iniziato a lavorare sul progetto e si prevede che avrà completato i lavori entro la fine di quest’anno o all’inizio del 2020. Il progetto è segnalato per essere supportato da Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, che vuole migliorare la fruibilità dei servizi per rimanere competitivi con le offerte dei concorrenti.

Facebook ha in programma di integrare l’infrastruttura di tutte le sue app secondarie, WhatsApp, Instagram e Messenger, in modo che i messaggi possano estendersi su tutte le piattaforme.

Mark Zuckerberg ha dichiarato che vuole che la nuova piattaforma che integra WhatsApp, Facebook e Instagram sia crittografata end-to-end.  Dei tre servizi di messaggistica, attualmente solo WhatsApp supporta la crittografia end-to-end per impostazione predefinita. Gli utenti di Facebook Messenger devono attivare la funzione “conversazioni segrete” e gli utenti di Instagram non ottengono affatto tale opzione. Secondo i rapporti, il nuovo backend unificato supporterà la crittografia end-to-end necessaria per bloccare la visualizzazione dei messaggi da parte di terzi. In teoria, questo significa che tutte e tre le piattaforme dovrebbero essere più sicure, ma in realtà ci sono dei dubbi.

L’amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, ha scritto un editoriale per il Wall Street Journal, che ha difeso la raccolta di dati sui social network e il modello pubblicitario. “Le persone ci dicono costantemente che se vedranno annunci pubblicitari, vogliono che siano rilevanti“, ha insistito Zuckerberg. Prima di aggiungere che quando agli utenti è stato chiesto il permesso di raccogliere dati per migliorare la pertinenza degli annunci come parte dei dati generali dell’UE Processo di conformità del regolamento sulla protezione (GDPR) .”La grande maggioranza ha accettato perché preferiscono annunci più pertinenti”. Cosa ha a che fare questo con la crittografia end-to-end e la piattaforma di messaggistica unificata pianificata? Solo tutto, tutto qui.

Logo PlayBlog.it

Seguici su Facebook

POST CORRELATI

Instagram testa l’App ‘Discussioni’

L’hack ai danni Capcom ha colpito più persone del previsto

Ballie: Il robot personale da Samsung che ti segue in giro per casa

Lascia un commento