L’intelligenza artificiale nel 2019

L’intelligenza artificiale è un fenomeno psicologico comune: ripeti ogni parola abbastanza volte, e alla fine perde ogni significato, disintegrandosi come tessuto fradicio nel nulla fonetico. Per molti di noi, la frase “intelligenza artificiale” è andata in pezzi molto tempo fa. L’intelligenza artificiale è ovunque nella tecnologia in questo momento, si dice che stia alimentando qualsiasi cosa, dalla tua TV allo spazzolino, ma mai le parole stesse significano meno.

Mentre la frase “intelligenza artificiale” viene abusata, la tecnologia sta facendo più che mai, sia nel bene che nel male. Si sta schierando nell’assistenza sanitaria e nella guerra. Aiuta le persone a fare musica e libri ; sta esaminando il tuo curriculum , giudicando la tua affidabilità e modificando le foto che fai sul telefono . In breve, sta prendendo decisioni che riguardano la tua vita, che ti piaccia o no.

Può essere difficile da quadrare con l’hype e il bluster con cui l’intelligenza artificiale viene discussa dalle aziende tecnologiche e dagli inserzionisti. Prendi, ad esempio, lo spazzolino Genius X di Oral-B, uno dei tanti dispositivi svelati al CES quest’anno che pubblicizzavano presunte abilità “AI” . Ciò indica che fornisce un feedback piuttosto semplice sul fatto che ti stai lavando i denti per la giusta quantità di tempo e nei posti giusti. Ci sono alcuni sensori intelligenti coinvolti per capire dove si trova il pennello in bocca, ma chiamarlo intelligenza artificiale non ha senso, niente di più.

Quando non c’è hype coinvolto, c’è incomprensione. La copertura stampa può esagerare la ricerca, incollando un’immagine di un Terminator su qualsiasi storia vagamente legata all’IA. Spesso questo si riduce alla confusione su ciò che l’intelligenza artificiale è . Può essere un argomento difficile per i non esperti e le persone spesso confondono erroneamente l’IA contemporanea con la versione a cui sono più familiari. Ovvero, una visione scientifica di un computer cosciente molte volte più intelligente di un umano. Gli esperti si riferiscono a questa specifica istanza come intelligenza generale artificiale. Se creiamo qualcosa di simile, sarà probabilmente una lunga strada per il futuro . Fino ad allora, nessuno è aiutato esagerando l’intelligenza o le capacità dei sistemi di intelligenza artificiale.

È meglio, quindi, parlare di “machine learning” piuttosto che di intelligenza artificiale. Questo è un sottocampo dell’intelligenza artificiale, che comprende praticamente tutti i metodi che hanno il maggiore impatto sul mondo in questo momento. Come frase, non ha la mistica di “AI”, ma è più utile nello spiegare cosa fa la tecnologia.

Come funziona l’apprendimento automatico? Negli ultimi anni ho letto e guardato dozzine di spiegazioni e la distinzione che ho trovato più utile è proprio lì nel nome: l’apprendimento automatico è tutto ciò che consente ai computer di imparare da soli. Ma ciò che significa è una domanda molto più grande.

Logo PlayBlog.it

Seguici su Facebook

Leave A Reply

Navigate