Netflix News

Love stagione 3 il finale che conclude la serie

love stagione 3 finale serie

Il finale spiegato della serie Love stagione 3: Paul Rust ha rivelato alcuni dettagli sul perchè la serie di Netflix si doveva concludere.

Dopo tre stagioni, molti combattimenti e innumerevoli silenzi imbarazzanti, la commedia creata da Judd Apatow , Paul Rust e Lesley Arfin di Netflix è arrivata con la sua terza e ultima stagione.

Le cose di certo non finiscono in modo perfetto per Mickey ( Gillian Jacobs ) e Gus (Rust), ma questa stagione è decisamente più dolce e romantica di qualsiasi altra stagione della serie.

La serie Love è stato uno spettacolo unico per Netflix. Si è trattata della prima grande collaborazione del servizio di streaming con Apatow – che in seguito ha recitato nel suo speciale Netflix – ed è una delle prime commedie romantiche originali di Netflix.

D’altra parte, Love è uno dei 10 principali originali Netflix che sono stati cancellati dal servizio di streaming. Non solo, ma Love è uno dei pochi originali Netflix che si è concluso alle sue condizioni, come hanno fatto Bloodline con la sua ultima stagione e House of Cards e Sense8.

“Nella prima [stagione] stai solo cercando di stabilire il tono e di presentare i personaggi in un modo che sembri naturale o non affrettato. O ‘sudato'”, aveva detto Rust in un’intervista.

Il finale della stagione 3 della serie Love di Netflix

La sfida di questa stagione è stata più quella di permettere allo spettacolo di raggiungere la sua conclusione naturale che di provare a farsi avanti da solo. “È interessante che tu dica che è stata una stagione dolce perché quella era la sfida… di solito in questa fase di una relazione, è bello.”

“Abbiamo una linea di dialogo nell’episodio che è qualcosa che mi è successo circa 10 anni fa”, ha detto Rust. All’inizio della terza stagione, una delle coppie di amici di Mickey e Gus chiede loro da quanto tempo si frequentano.

Quando dicono loro cinque o sei mesi, l’amico dice loro che sono nella parte migliore. Quel tipo di gioia rilassata è ciò che cattura la terza stagione della serie.

“È ancora eccitante perché senti ancora l’atmosfera di entrare in qualcuno. Ma non sei in quella strana fase in cui dici, ‘Oh, forse sbaglierò il terzo appuntamento, e poi non vorranno più stare con me'”, ha detto Rust.

Parlando di tempismo, Love ha una connessione sorprendente con le elezioni del 2016. Se avessi tracciato la sequenza temporale della serie, la vorticosa storia d’amore tra Topolino e Gus sarebbe finita intorno a ottobre del 2016. “Judd e io stavamo scherzando su come sono stati gli ultimi giorni di innocenza”, ha detto Rust.

Quando è stata decisa la conclusione della serie?

“Noi tre insieme a parlare con Netflix, abbiamo deciso tutti, sai una cosa? Sembra davvero un momento buono e appropriato per concludere lo spettacolo”.

“Sono un grande fan di questo film Shampoo , e non ci paragonerei mai a quello perché Shampoo è un capolavoro. Ma l’intero film si svolge la notte in cui Richard Nixon è stato eletto”, ha detto. “Quindi ho pensato che fossimo un po’ in un momento di Shampoo.”

Secondo Rust, il team di Love ha iniziato a lavorare alla terza stagione circa 15 mesi prima della messa in onda in streaming. Quando hanno iniziato questa nuova stagione, avevano una buona idea che questa sarebbe stata l’ultima stagione dello show.

“Ci sentivamo decisamente un po’ come, ‘Ehi, potremmo voler fare questo l’ultima stagione, quindi cosa possiamo fare qui se lo decidiamo?'”, ha detto Rust.

La decisione di porre fine a Love è stata una decisione reciproca tra Netflix e i creatori dello show: Judd Apatow, Paul Rust e Lesley Arfin.

“Noi tre insieme a parlare con Netflix, abbiamo deciso tutti, sai una cosa? Sembra davvero un momento buono e appropriato per concludere lo spettacolo. Ci sentiamo come se avessimo detto quello che volevamo su questi personaggi, e penso che non volevamo finirla dove siamo in una posizione del tipo, ‘Oh, il serbatoio è asciutto da un paio di stagioni ormai,’ ” Egli ha detto.

“Abbiamo collaboratori davvero straordinari e di supporto durante le tre stagioni, ed è stato bello poter avere la libertà di avere conversazioni del genere con loro invece di avere qualcun altro che decidesse per te dopo aver completato la stagione”, Rust ha detto di Netflix. “È carino.”

Un lieto fine per la terza stagione di Love

In un’intervista con Rust e la sua co-protagonista Gillian Jacobs, i due hanno affermato che il lieto fine definitivo per i loro personaggi sarebbe stato “autocoscienza e sentirsi contenti”. Rust era ancora in gran parte d’accordo con quel sentimento, ma ha aggiunto alcune intuizioni di Jacobs, che definì un “attore di talento fenomenale e dotato”.

“Ricordo che una volta ha detto qualcosa del tipo: ‘Oh, penso che Mickey sarebbe felice se riconoscesse che non sarò mai in grado di riempire questo vuoto di bisogno che è solo nella mia vita. E che sarà sempre lì.’ Non so se questo sia necessariamente del tutto chiaro nel finale… ma mi piacerebbe pensare che sia in parte una sorta di lieto fine a cui sono arrivati”, ha detto. “

Non è il finale più felice, ma se puoi dire tipo, ‘Sai, la sua idea che alla fine sarò completamente soddisfatto e felice…’ se riesci a lasciar perdere questo come un’illusione che è non è possibile, può essere una sorta di lieto fine. Speriamo di esserci arrivati”.

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Netflix è ancora il miglior servizio di streaming

playblog.it

La stagione dei matrimoni un Film romantico in arrivo su Netflix

playblog.it

The Ranch stagione 5 – parte 9: Netflix continuerà la serie?

Alessio PlayBlog.it

Lascia un commento