Android

Material You: con Android 12 Google vorrebbe questi colori per tutti

material you google colori

Con Android 12 Google vorrebbe imporre i colori Material You per tutti i dispositivi che utilizzano Android: sarebbe un’imposizione forte per tutti

Google nell’ultima versione Android 12 ha adottato la funzione Monet di Material You e sembra amarla tanto che vorrebbe che la utilizzassero anche i produttori su tutti i dispositivi.

La notizia è che vorrebbe imporre a tutti i produttori di adottare una funzione simile permettendo di adattare gli accenti cromatici del sistema simili a quelli dello sfondo.

Che cosa sono i colori Material You?

Presentando Android 12, Google ha svelato alcune nuove linee guida di progettazione raggruppate sotto il nome Material You.

Il contributo più eclatante di questa nuova filosofia si chiama “Monet” e permette di adattare automaticamente il colore del sistema a quelli della carta da parati scelta dall’utente.

La novità è stata accolta con grande entusiasmo in quanto permette di spingere abbastanza lontano la personalizzazione della propria esperienza sul proprio smartphone.

Inizialmente progettata come esclusiva per Google Pixel, questa funzione Material You ha infine accennato alla disponibilità su dispositivi di altre marche.

Inoltre, alcuni produttori hanno già perfezionato le loro interfacce su Android 12 per integrare una funzione simile. Questa consente di modificare il colore del sistema in base allo sfondo. La tavolozza su Samsung One UI 4 è un buon esempio.

Material You: da esclusiva a nuovo standard

Secondo i documenti in questione, il colosso del web avrebbe in programma di imporre a tutti i produttori l’integrazione di una tecnologia simile a Monet di Material You.

In altre parole, se un marchio vuole offrire uno smartphone con Android 12 (nativamente o tramite aggiornamento) senza perdere i servizi Google e le applicazioni che lo accompagnano (es: Play Store ), dovrà offrire una funzione di personalizzazione dinamica dei colori.

Quando entra in vigore la novità?

Questa nuova norma entrerebbe in vigore a priori il 14 marzo e sarebbe accompagnata da determinati criteri da rispettare.

AndroidPolice scrive che il telefono dovrà essere in grado “  da un unico colore di origine, di generare cinque tavolozze tonali che possono essere adattate al volo: tre tavolozze di accenti e due neutri, gli stessi cinque utilizzati nella tematizzazione Material You sui telefoni Pixel”.

Questa standardizzazione renderebbe più facile per gli sviluppatori di terze parti adattarsi per far funzionare bene le loro app con i colori del sistema.

E inoltre Android 12L già al lavoro

Apprendiamo inoltre che il motore di Monet sarebbe già integrato nel codice AOSP (open source) di Android 12L. Si tratta dell’OS che vuole adattarsi a tablet e smartphone pieghevoli.

Ciò significa che i produttori potranno scegliere se implementare la propria tecnologia di personalizzazione dinamica del colore o affidarsi al lavoro di Google.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Samsung chiude ufficialmente il suo app store Tizen

playblog.it

Il nuovo Android Auto si adatterà alle dimensione dello schermo con l’interfaccia a schermo diviso

Leonardo Playblog.it

Tinder cita in giudizio Google per la fatturazione in-app

Leonardo Playblog.it

Lascia un commento