Tecnologia

Microsoft potrebbe diventare la Netflix dei giochi

Microsoft potrebbe diventare la Netflix dei giochi nel prossimo futuro e gli investitori l’hanno già capito. Il tutto ruoterebbe intorno al servizio xCloud che debutterà in autunno.

Era da un po’ che si intuiva che in casa Microsoft c’era qualcosa di importante che bolliva in pentola. Sembra ora che i tempi siano maturi e che anche gli investitori l’abbiano capito: Microsoft sta puntando aggressivamente a diventare la “Netflix per i giochi”.

Questa mossa potrebbe far superare il gigante della tecnologia il trilione di dollari di capitalizzazione in borsa.

Risultati immagini per microsoft xcloud

Il creatore e il proprietario di Xbox hanno in programma di rilasciare il servizio di streaming online xCloud questo autunno. La speranza è di rendere i videogiochi accessibili da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento a più di 2 miliardi di giocatori del mondo.

xCloud potrebbe così diventare una tra le principali piattaforme di giochi al mondo.

“Microsoft è una delle poche aziende che ha il potenziale per essere sia un fornitore leader di contenuti che una piattaforma leader per gli editori di giochi”, ha scritto l’analista di Evercore ISI Kirk Materne. “In definitiva, crediamo che il gaming, soprattutto il cloud gaming, possa diventare la prossima grande opportunità di crescita e di sviluppo nel lungo termine per Microsoft.

Questo completerebbe un processo in atto da diverso tempo. Negli anni Microsoft sta passando dalla vendita di software ad una società che offre servizi in cloud.

Microsoft sta promuovendo xCloud come un servizio che consentirà agli utenti di riprodurre video in streaming attraverso TV, laptop, tablet e persino smartphone. Proprio come fa Netflix per film e programmi televisivi.

Questo è importante, dal momento che tra i 2 miliardi di persone in tutto il mondo che giocano ai videogiochi, molti di loro usano il loro smartphone come principale strumento informatico.

È improbabile che Microsoft venda console Xbox a quei 2 miliardi di persone, ma ciò non significa che non possa vendere i loro giochi a quei 2 miliardi di persone.

Ma la concorrenza è agguerrita, e ci sono altre importanti società tecnologiche tra cui Amazon, Verizon, Google e Sony, che stanno lavorando su servizi di streaming di videogiochi. Google Stadia e Sony PlayStation Now sono esempi perfetti.

Anche se come vi abbiamo raccontato in una recente notizia, Sony e Microsoft collaboreranno sul cloud gaming.

Risultati immagini per microsoft games
il catalogo di Microsoft Store

A differenza dei vari competitor, Microsoft può dire di avere una console di gioco popolare e una serie di giochi già popolari, come l’intera serie di giochi “Halo”. Alla recente conferenza sui videogiochi E3 a Los Angeles, l’azienda ha presentato 60 nuovi giochi di successo per console e PC, tra cui “Gears 5”, “Batman: Arkham Knight”, “Cyberpunk 2077” e “Star WarsJedi: Fallen”.

Abbiamo più possibilità di creare un servizio in abbonamento come chiunque altro.

Abbiamo un enorme catalogo ma soprattutto abbiamo i nostri giochi.

ha dichiarato il CEO di Microsoft Satya Nadella.

Un altro vantaggio che Microsoft può sfruttare sarà avere data center dislocati in tutto il mondo.

Mentre un piccolo buffering può causare lievi interruzioni nello streaming di video online ma non interrompe l’esperienza nel guardare la propria serie TV preferita o un film. Piccoli lag e interruzioni nel bel mezzo di un videogioco ricco di azione saranno meno tollerabili. Avere un data center vicino all’utente è un prerequisito per poter giocare in buone condizioni con un servizio in cloud.

Apple        Android        Tecnologia        Game        Netflix

Seguici su Facebook

Related posts

La TV arrotolabile di LG sarà probabilmente un prodotto reale nel 2019

Jacquard – La giacca intelligente di Google e Levi’s

Playstation di Sony e Xbox di Microsoft insieme per il cloud gaming. Paura di Stadia?

Alessio PlayBlog.it

Lascia un commento