Apple iPhone

Mosyle la nuova generazione di software per l’endpoint Apple

Mosyle la nuova generazione di software per l'endpoint Apple

La crescita di Apple dell’azienda negli ultimi due decenni è stata un’impressionante inversione di tendenza se si considera quanto Microsoft fosse radicata nel desktop computing nella prima parte degli anni 2000. I responsabili IT aziendali adoravano Windows XP, Windows 7 e così via?

Hanno apprezzato la gestione senza interruzioni, una soluzione completa di Windows Server, Microsoft Exchange, Microsoft Office e Windows portata nella loro vita lavorativa.

Ora le aziende che sfruttano i dispositivi Apple stanno ottenendo l’accesso a una prossima generazione di prodotti che portano questo concetto a un nuovo livello, rendendo la gestione e la sicurezza dei dispositivi Apple un’esperienza completamente unificata e automatizzata che non può essere eguagliata quando si utilizzano altri dispositivi.

In prima linea in questo movimento c’è Mosyle. Negli ultimi cinque anni, l’azienda è passata da un nuovo provider MDM di Apple a leader del mercato. Mosyle è responsabile di diverse innovazioni che sono diventate una posta in gioco per altri fornitori nello spazio MDM di Apple.

Ora, Mosyle sta innovando di nuovo e introducendo il concetto di Apple Unified Platform.

L’idea per l’Apple Unified Platform di Mosyle è chiara. Ha perfettamente senso quando lo ascolti per la prima volta: integrare cinque applicazioni critiche di sicurezza e gestione in un’unica piattaforma Apple.

Tuttavia, cambia completamente il modo in cui le aziende B2B che forniscono soluzioni di endpoint si posizionano.

Fino ad ora, le aziende di solito si posizionano in una delle tradizionali categorie “Unificate”, come “Gestione unificata degli endpoint” o “Sicurezza unificata degli endpoint”. Queste categorie sono ben note per i loro quadranti e il riconoscimento del settore.

L’angolo per questi tradizionali segmenti di mercato B2B è la specializzazione di una categoria di applicazioni (ad esempio, gestione dei dispositivi mobili) e la generalizzazione della piattaforma (macOS, iOS, Android, Windows, Linux e altri).

Pertanto, un fornitore nel tradizionale mercato della gestione unificata degli endpoint fornirebbe funzionalità MDM per tutte le piattaforme. Un cliente avrebbe quindi bisogno di diverse soluzioni unificate per soddisfare le esigenze dei propri dispositivi, come sicurezza, identità, gestione delle patch e altro.

Il problema con quello? Mancanza di specializzazione e maggiore complessità.

Le crescenti differenze tra i sistemi operativi, creati in modo proattivo da aziende come Apple, Microsoft e Google per differenziarsi dalla concorrenza, stanno rendendo praticamente impossibile per i fornitori multipiattaforma offrire una buona esperienza, copertura e prestazioni su ciascuna piattaforma. Invece, sono costretti a concentrarsi sui punti in comune tra i sistemi operativi mentre i fornitori di piattaforme eliminano contemporaneamente questi elementi comuni.

La piattaforma unificata Apple di Mosyle è esattamente l’opposto.

La specializzazione di Mosyle avviene sul sistema operativo (in questo caso, Apple) e l’offerta si estende a diverse esigenze di soluzione, tra cui MDM, sicurezza degli endpoint, gestione delle identità, filtraggio dei contenuti e altro ancora. Questo nuovo approccio consente alle aziende di utilizzare un’unica soluzione per tutte le esigenze dei propri dispositivi Apple, riducendo al contempo il numero di fornitori di cui hanno bisogno per coprire l’intera flotta.

Un’azienda che utilizza solo dispositivi Apple può risolvere tutte le sue esigenze con un’unica piattaforma integrata. E nel peggiore dei casi, anche se sono agnostici e lasciano che i dipendenti utilizzino qualsiasi piattaforma, si ritroverebbero con non più di tre fornitori: è un punto di svolta.

Mosyle attualmente offre questo concetto attraverso un prodotto chiamato Mosyle Fuse che offre le seguenti capacità:

Gestione dei dispositivi mobili di livello aziendale;
Gestione dell’identità;
Gestione automatizzata delle patch;
Sicurezza degli endpoint, inclusi protezione e conformità dei dispositivi, antivirus di nuova generazione e gestione dei privilegi; e
Privacy e sicurezza online grazie al filtraggio dei contenuti crittografato basato su DNS.
Oltre a consentire ai clienti di utilizzare un’unica soluzione per tutte le esigenze dei loro dispositivi Apple (letteralmente), questo concetto porta anche molti altri vantaggi.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Apple Watch raggiunge oltre 100 milioni di persone in tutto il mondo

Leonardo Playblog.it

Olloclip espande gli obiettivi clip-on per iPhone

Marvel Reame dei Campioni è ora disponibile su iOS e Android crea ora il tuo supereroe

Lascia un commento