Netflix Netflix Film

Red Sea Diving Resort la storia dietro il film Netflix

La vera storia dietro il Red Sea Diving Resort di Netflix

Il film Red Sea Diving con Chris Evans, Michael Kenneth Williams e Haley Bennett fa il suo debutto su Netflix.

Arous Holiday Village sembrava una destinazione idilliaca per le vacanze. All’inizio degli anni ’80, centinaia di turisti si affollarono sulle sue spiagge di sabbia bianca ed esplorarono i suoi mondi sottomarini con bellissime barriere coralline.

Mentre la sua posizione sulla costa del Sudan potrebbe non essere stata una scelta ovvia data la storia del conflitto e della siccità del paese. Gli opuscoli distribuiti tra le agenzie di viaggio europee hanno sottolineato le rotte di volo regolari da Londra, Parigi e Roma a Khartum. Così come le temperature calde e le piacevoli brezze marine.

Image result for red sea diving netflix

Ma c’era molto di più di quello che si vedeva nel famoso resort sulla spiaggia. Quella storia è l’ispirazione per il nuovo film Netflix The Red Sea Diving Resort.

Interpretato da Chris Evans, Michael K. Williams e Haley Bennett, The Red Sea Diving Resort si basa su eventi reali.

Racconta la storia della missione dell’Operazione Fratelli, che ha avuto luogo dal 1979 al 1984 e ha salvato la vita a migliaia di ebrei etiopi.

Come rappresentato nel film, un hotel abbandonato è una copertura perfetta per un’operazione rischiosa. L’operazione contrabbanda profughi ebrei etiopi attraverso l’hotel sulla costa dell’Africa orientale, mandandoli in barca in salvo e nuove vite in Israele. Le informazioni ufficiali relative alla missione sono state declassificate solo negli ultimi anni.

Alcuni critici hanno espresso dei dubbi sul film The Red Sea Diving Resort per il fatto che presenta una narrativa basata sul “salvatore bianco”.

Privilegiando i ruoli degli agenti del Mossad israeliano guidati dal personaggio di Evans Ari Levinson. Il regista Gideon Raff ha dichiarato che la comunità etiope “era un vero partner in questa operazione e sono i veri eroi di questa storia”. Osservando, inoltre, che era importante per lui avere nel cast attori della comunità etiope nel film.

L’uscita del film arriva anche in un momento di tensione in Israele, dove le proteste su larga scala sono divampate all’inizio di luglio dopo le riprese del diciottenne Solomon Tekah. Ciò segna l’undicesimo israeliano etiope ucciso dalla polizia negli ultimi 20 anni.

La morte di Tekah ha accentuato l’attenzione sulle lamentele della comunità etiope di 150.000 israeliani, i cui membri hanno espresso le loro frustrazioni contro il razzismo e la discriminazione nel paese sin dalle prime grandi ondate di immigrazione degli anni ’80.

Guarda subito su Netflix


Apple        Android        Tecnologia        Game        Netflix

Seguici su Facebook


Related posts

Calendario Dicembre Netflix – Scopri tutte le novità

Mattia PlayBlog.it

Le leggi della termodinamica: il tentativo di definire l’amore

Mattia PlayBlog.it

Brain on Fire – Un film Netflix

Mattia PlayBlog.it

Lascia un commento