Apple

Riepilogo della stagione 2 di For All Mankind

for all mankind stagione 2 riepilogo

Riepilogo della stagione 2 di “For All Mankind” di Apple Tv+: ecco tutto ciò che devi sapere prima di vedere la terza stagione.

For All Mankind è arrivato con la terza attesa stagione in streaming su Apple Tv+ a partire dal 10 giugno 2022.

L’ultima stagione della serie fa un salto in avanti di un altro decennio negli anni ’90 mentre la corsa allo spazio si estende oltre la luna fino al pianeta rosso, Marte.

Con la nuova stagione che si svolge dopo il crollo del mondo reale dell’Unione Sovietica, ci sono molte domande su questo nuovo periodo di storia alternativa. In questo articolo ripercorriamo cosa è avvenuto nella stagione 2 di For All Mankind

L’inizio della Stagione 2 avviene nel 1983, 8 anni dopo gli eventi finali della prima stagione. La continua Corsa allo Spazio inizia ad avere più conseguenze al di fuori dei regni della scienza e della tecnologia con il passare del tempo e lo spazio diventa una parte più ampia della Guerra Fredda.

Con l’apertura della prima, “Every Little Thing”, i militari hanno una presenza fisica alla NASA e lo spazio non solo ha un ruolo nell’esplorazione, ma ha anche un valore militaristico

Il riepilogo di For All Mankind stagione 2

In questa stagione, la Guerra Fredda porta il conflitto direttamente nello spazio, a cominciare dall’invio di Marines (e cannoni) nello spazio. Sebbene sia una presunta misura cautelativa, le tensioni tra l’URSS e l’Occidente si intensificano quando il volo Korea Air Lines 007 viene abbattuto da un intercettore sovietico (un evento reale adattato dallo spettacolo).

Prima di questo, le forze sovietiche sulla luna avevano preso un sito minerario dagli Stati Uniti, grazie a un insetto nella base di Jamestown che era stato probabilmente piantato quando Ed Baldwin ( Joel Kinnaman ) era solo con il cosmonauta nel 1974.

I marines riprendono il sito senza incidenti, ma poco dopo notano due cosmonauti in superficie. Con la tensione alta e una barriera di comunicazione tra i due gruppi sulla luna, entrambi i sovietici vengono uccisi quando sembra che i marines stiano cercando qualcosa in una scatola, che alla fine è stata la loro carta di traduzione.

Uno dei cosmonauti è solo ferito, ma l’altro prende fuoco all’interno della sua tuta con il proiettile che accende il suo ossigeno in fiamme. Il corpo del cosmonauta morto viene riportato a Jamestown, insieme al sovietico ferito.

Un medico lavora su di lui, ma con loro sorpresa, quando si sveglia chiede asilo, mettendo Jamestown in una posizione molto precaria.

La famiglia Baldwin – la seconda stagione di For All Mankind

Ed Baldwin inizia la stagione come capo dell’ufficio astronauti, non essendo tornato nello spazio dalla fine della prima stagione. Si sente ancora in colpa per la morte di suo figlio quando non era a casa.

Lui e Karen ( Shantel VanSanten ) hanno adottato la figlia Kelly ( Cynthy Wu ), una sopravvissuta all’incidente dell’operazione BabyLift nel 1975, che sta per diplomarsi. All’inizio della stagione, si sforza di dire ai suoi genitori che vuole seguire le orme di Ed e andare all’Accademia Navale.

Quando lo fa, Ed diventa furioso per paura di perdere un altro figlio, ma alla fine hanno un cuore a cuore che li porta a un’intesa.

Questa chiusura consente a Ed di sentirsi pronto per tornare nello spazio, quindi si mette nella missione Pathfinder, una navetta di nuova generazione che utilizzava un motore NERVA, un programma che è stato effettivamente demolito dal presidente Nixon nel 1973. Inoltre, nella sua squadra sono Sally Ride ( Ellen Roe ) e Gary Piscotty ( Michael Benz ).

Con Ed che torna nello spazio e deve accettare che lo spazio sia anche il sogno di sua figlia, Karen si sente più isolata che mai.

Avendo sempre tenuto a bada le sue emozioni, continua a imbottigliare le cose e prende alcune decisioni caotiche: vende il suo bar e va anche a letto con Danny Stevens ( Casey Johnson ), il figlio di Tracy e Gordo Stevens ( Sarah Jones e Michael Dorman ), che è appena un adulto.

Almeno dice a Ed cosa sta succedendo questa volta, lasciando fuori l’identità di Danny, anche se è giusto prima che lasci di nuovo la Terra. Nel frattempo, Kelly lavora alla sua tesina al college che la ispira a esaminare i suoi genitori naturali, scoprendo che suo padre naturale è ancora vivo, anche se non ha ancora fatto il salto per incontrarlo.

Margo Madison nella stagione 2 di For All Mankind – riepilogo

Nel 1983, Margo Madison ( Wrenn Schmidt ) avanza alla direttrice del Johnson Space Center, avendo una mano nelle operazioni della NASA viste sullo schermo. Altrimenti, ha due sottotrame che la tengono occupata per tutta la stagione.

Il suo primo è con Aleida ( Coral Peña ), ora adulta. Il ragazzo di Aleida si rivolge a Margo dopo che lei ha perso il lavoro, minacciando il suo status di immigrata. Margo le offre un lavoro, cercando di riconciliarsi dopo gli eventi della prima stagione.

In questa stagione, Margo aiuta Aleida a superare le sue difficoltà nel lavorare con gli altri, motivo per cui in precedenza non poteva mantenere un lavoro. Durante il processo, Aleida utilizza le informazioni che Margo le ha detto in confidenza contro il suo capo e deve fare appello a lui personalmente affinché torni alla NASA quando si dimette.

Margo deve anche affrontare diverse sfide durante la stagione lavorando al progetto Apollo-Soyuz, una missione che ha avuto luogo nel 1975.

L’obiettivo della missione era attraccare Apollo con Soyuz per un servizio fotografico con gli astronauti e i cosmonauti. Lavorare direttamente con i sovietici si rivela difficile a causa della sfiducia tra le due organizzazioni spaziali, ma nel corso della stagione stringe amicizia con Sergei Nikulov ( Piotr Adamczyk ), un ingegnere sovietico.

Nel finale di stagione, hanno in programma di vedersi a una conferenza, ma è stato rivelato che Sergei lo sta facendo per volere dell’intelligence sovietica.

Tracy e Gordo Stevens

Nel periodo tra la prima e la seconda stagione, Tracy e Gordo hanno divorziato. Tracy sta molto meglio del suo ex marito, diventando una specie di celebrità. Fa servizi fotografici e va in TV a tarda notte, dove rivela di essere appena sposata.

L’annuncio è una puntura per Gordo, che si è lasciato andare e beve molto, non solo a causa del divorzio, ma anche per il disturbo da stress post-traumatico da quando era sulla luna a cui non tornava dal 1974. Ed considera il modo migliore per avvicinarsi lui fuori dal suo moncone è rimandarlo sulla luna.

Mentre Gordo è in addestramento, Tracy torna a Jamestown e fa amicizia con i marines di stanza lì, che spesso utilizzano il veicolo LSAM per le loro uscite. Tuttavia, Tracy lotta con il passaggio dalla vita delle celebrità alla vita sulla luna, quindi inizia a bere e si intrufola sigarette in una vecchia camera stagna.

Gordo alla fine arriva a Jamestown, con l’intenzione di riconquistare la sua ex moglie, ei due hanno un cuore a cuore in cui finalmente le dice cosa è successo veramente a Jamestown, facendo sì che Tracy rivaluta il modo in cui lo vede.

Elena Wilson

All’inizio della seconda stagione, Ellen Wilson ( Jodi Balfour ) è il comandante di Jamestown. Al ritorno sulla Terra, accetta un nuovo lavoro come vice amministratore della NASA presso JSC, lavorando con Margo e l’amministratore della NASA Thomas Paine ( Dan Donohue ).

Quando torna a casa, ancora sposata con Larry ( Nathan Corddry ), scopre che Pam ( Meghan Leathers ), la sua vecchia ragazza, le ha inviato una copia del suo libro di poesie, spingendo i due a riaccendere la loro storia d’amore.

Tuttavia, dopo che Paine viene ucciso nell’incidente del volo Korea Air Lines 007, Ellen viene nominata direttrice ad interim della NASA.

Più tardi, il presidente offre a Ellen il lavoro in modo permanente, ma Ellen è combattuta a causa del suo amore per Pam e per la sua carriera, ricordando ancora il consiglio che Deke Slayton ( Chris Bauer ) le ha dato di mantenere privata la sua sessualità.

Pam sente Larry parlare della sua attitudine politica e decide di porre fine alla loro relazione, non volendo intralciare il futuro di Ellen.

Molly Cobb

Molly Cobb ( Sonya Walger ) inizia la stagione bloccata sulla superficie della luna quando colpisce un brillamento solare. Si rifugia in un tubo di lava prima di vedere che Wubbo Ockels ( Bjørn Alexander ) ha fatto schiantare il suo rover in superficie.

Rischia la relativa sicurezza per salvarlo, assumendo una forte quantità di radiazioni per farlo. Quando torna sulla Terra, Ed le dà il suo vecchio lavoro come capo dell’ufficio degli astronauti. Sfortunatamente, le radiazioni influenzano già la sua vista che in seguito scopre essere un glaucoma che alla fine progredirà fino alla cecità.

All’inizio, tenendo per sé la diagnosi, fatica ad accettare il fatto che non tornerà nello spazio. Non ci vuole molto a suo marito, Wayne ( Lenny Jacobson ), per dedurre che la sua vista è alterata, costringendola a confessare.

Il loro matrimonio viene ulteriormente messo alla prova quando Molly cerca di fuggire in Messico per un trattamento sperimentale, spingendo Wayne a darle un ultimatum. Ha intenzione di rimediare, ma alla fine lei torna in sé mentre inizia ad affrontare un futuro che sembra diverso da quello che immaginava.

Danielle Poole – For All Mankind riepilogo stagione 2

Anche Danielle Poole ( Krys Marshall ) non è tornata sulla luna dal 1974. Suo marito ha lottato dopo la guerra, a cui Danielle ha dato la priorità fino alla sua recente morte per suicidio. Quando ha un incontro con Ed e Gordo, chiede di tornare sulla luna.

Danielle in seguito incontra la sorella di suo marito le cui parole dure la ispirano a chiedere un posto di comando. Ed usa la sua ultima azione come capo per portare a termine il suo comando nella missione Apollo-Soyuz, che funziona bene poiché la navicella spaziale decennale è ciò che Danielle conosce.

Trascorre la stagione lavorando a questa missione, trovando un terreno comune con i cosmonauti con cui lavora.

Quando si reca in URSS per la missione, viene messa in quarantena all’arrivo, una netta differenza rispetto al modo in cui gli Stati Uniti hanno accolto i cosmonauti.

Alla fine, incontra un ingegnere, probabilmente Sergei Korolev, “padre” del programma spaziale dell’URSS, anche se non rivela mai il suo nome. Nonostante la tensione tra le due nazioni sia più alta che mai, la missione va avanti e Danielle torna in orbita sull’Apollo.

Conflitto nello spazio – riepilogo stagione 2 For All Mankind

Le tensioni arrivano al culmine alla fine dell’episodio 9, “Triage”, quando i cosmonauti guidano un assalto armato a Jamestown per recuperare il cosmonauta che tenta di disertare.

Tracy e Gordo sono separati dal resto della base in questo momento e utilizzano un vecchio sistema per contattare JSC tramite Aleida.

Scoprendo che durante lo scontro a fuoco un reattore nucleare (di cui i militari hanno nascosto la conoscenza alla NASA) viene danneggiato con il suo aiuto, Tracy e Gordo devono uscire senza tute reali per evitare un tracollo, scambiandosi sentimenti d’amore prima di incappare nella morte assicurata. Riescono a prevenire la catastrofe, ma i due soccombono alle ferite mentre si tengono l’un l’altro.

Allo stesso tempo, Danielle è nell’Apollo ma non può attraccare con Soyuz. Disobbedisce all’ordine di abbandonare la missione e invece chiama i cosmonauti e li convince ad attraccare. Ci riesce solo per la comunanza che trova con i cosmonauti.

Quando attraccano, è visto come un gesto di amicizia e speranza, che stempera le tensioni sulla Terra e costringe i cosmonauti a lasciare Jamestown senza il richiedente asilo.

Il conflitto nello spazio in vista della terza stagione

Inoltre, allo stesso tempo, il Pathfinder si avvicina alla luna, proteggendo il Sea Dragon che trasporta rifornimenti che possono includere o meno più armi. La Buran, la navetta dell’URSS, attende dietro la luna per abbattere Sea Dragon quando si avvicina abbastanza. Houston dice a Ed di proteggere il Sea Dragon a tutti i costi prima che la comunicazione si perda a causa della posizione di Pathfinder.

Ed, ancora arrabbiato e confuso a causa dell’infedeltà della moglie, è pronto a farlo, finché Sally Ride non lo minaccia con una pistola e cerca di convincerlo a vedere il quadro più ampio, inclusa la minaccia di una guerra nucleare sulla Terra.

Prende la decisione dell’ultimo minuto di distruggere invece il Sea Dragon, fortunatamente non negando i passi avanti positivi fatti grazie a Danielle e all’Apollo-Soyuz.

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Un Natale da Charlie Brown in streaming su Apple Tv+

Il Natale della Discordia è un film documentario in esclusiva su Apple Tv+

Alessio PlayBlog.it

I migliori programmi in streaming su Apple Tv+

1 commento

For All Mankind in streaming la stagione 3 su Apple Tv+ - PlayBlog.it 13/06/2022 at 2:15 pm

[…] Riepilogo della stagione 2 di For All Mankind […]

Reply

Lascia un commento