Apple iOs

Siri fornisce le linee giuda per l’assistenza vocale

Apple assistente vocale

A seguito della decisione di Apple di interrompere temporaneamente la classificazione di Siri durante la valutazione delle garanzie sulla privacy del programma, questa settimana Amazon e Google hanno seguito l’esempio e aggiornato le rispettive politiche sulle revisioni umane dell’audio dell’assistente vocale registrato.

Image result for assistente vocale apple

Apple ha sospeso giovedì il suo programma di classificazione Siri. Il programma che cerca di rendere più accurato l’assistente virtuale facendo rivedere i frammenti di audio registrato dai lavoratori, dopo che un appaltatore ha sollevato preoccupazioni sulla privacy riguardo al processo di controllo della qualità.

Ora, i concorrenti di Apple nello spazio, vale a dire Google e Amazon, stanno facendo mosse simili per rispondere alle critiche sulle proprie politiche di revisione audio.

Anche Google in una dichiarazione rilasciata ad Ars Technica venerdì ha detto che ha interrotto un’iniziativa globale per la revisione dell’audio di Google Assistant. Come la classificazione Siri, il processo di Google esegue clip audio di operatori umani per migliorare la precisione del sistema.

A differenza della situazione Siri di Apple, tuttavia, un appaltatore di uno dei centri di revisione internazionali di Google ha fatto trapelare 1.000 registrazioni a VRT NWS . Si tratta di un’organizzazione giornalistica in Belgio. In un successivo rapporto di luglio, la pubblicazione affermava che era in grado di identificare le persone dalle clip audio. Aggiungendo che un certo numero di frammenti erano di “conversazioni che non avrebbero mai dovuto essere registrate e durante le quali chiaramente non era stato dato il comando” OK Google “.

La fuga di VRT ha spinto le autorità tedesche a indagare sul programma di revisione di Google. Questo ha prodotto un divieto di tre mesi sulle trascrizioni delle registrazioni vocali.

“Poco dopo aver appreso della perdita di dati audio olandesi riservati, abbiamo messo in pausa le revisioni linguistiche dell’Assistente per indagare. Questo ha messo in pausa le revisioni a livello globale”, ha detto Google ad Ars Technica .

Google non ha divulgato l’interruzione alle recensioni globali fino a venerdì. Prendendo, così, da esempio Siri.

Amazon sta anche prendendo provvedimenti per mitigare la stampa negativa sulle sue pratiche sulla privacy e venerdì ha lanciato una nuova opzione Alexa che consente agli utenti di annullare le revisioni umane delle registrazioni audio, riferisce Bloomberg . L’abilitazione della funzione nell’app Alexa esclude dall’analisi i frammenti audio registrati.

“Prendiamo sul serio la privacy dei clienti e rivediamo continuamente le nostre pratiche e procedure”, ha detto un portavoce di Amazon. “Aggiorneremo anche le informazioni che forniamo ai clienti per rendere più chiare le nostre pratiche.”

Amazon è stata messa a fuoco ad aprile dopo che un rapporto rivelava i registri dell’azienda, trascriveva e annota le clip audio registrate dai dispositivi Echo nel tentativo di addestrare il suo assistente Alexa.

Mentre può essere una sorpresa per alcuni, l’analisi umana dell’accuratezza dell’assistente vocale è una pratica comune nel settore; spetta alle aziende tecnologiche rendere anonimi e proteggere tali dati per preservare la privacy dei clienti.

Il metodo di Apple è delineato in un white paper sulla sicurezza che rileva che la società ingerisce registrazioni vocali. Togliendo informazioni identificabili, assegna un identificatore casuale del dispositivo e salva i dati per sei mesi. Durante i quali il sistema può attingere alle informazioni a fini di apprendimento. Dopo il periodo di sei mesi, l’identificatore viene cancellato e la clip viene salvata “per essere utilizzata da Apple per migliorare e sviluppare Siri per un massimo di due anni”.

Apple non menziona esplicitamente la possibilità di revisione manuale da parte di appaltatori o dipendenti umani. Né attualmente offre agli utenti Siri un’opzione per annullare il programma. La società affronterà quest’ultimo problema in un futuro aggiornamento del software.

Apple        Android        Tecnologia        Game        Netflix

Seguici su Facebook


Related posts

Divinity: Original Sin 2 Definitive Edition arriva su iPad, rivelato al WWDC 2020

Leonardo Playblog.it

Come disattivare FaceTime su iPhone, iPad o Mac

La nuovissima Apple Avventura: un Apple Store tropicale

Roberta PlayBlog.it

Lascia un commento