Apple AppStore

Sviluppatori di app sempre più cauti nel lavorare con Apple

Sviluppatori di app sempre più cauti nel lavorare con Apple

Gli sviluppatori di app stanno diffidando delle rigide linee guida del negozio Apple: “Chi vorrà costruire la prossima gigantesca app innovativa sulla piattaforma?”

Alcuni sviluppatori di app sono sempre più cauti nel lavorare con Apple, grazie al suo rigido set di regole che regolano l’App Store.

Gli sviluppatori di l’app per il controllo parentale Boomerang raccomandano ai loro clienti di acquistare androidi, non iPhone, per i loro figli.

 Apple Developer

Alcuni sviluppatori di app stanno diventando sempre più diffidenti nei confronti di Apple, lamentandosi del fatto che il suo rigido insieme di regole che regolano l’App Store dell’azienda sembra essere altrettanto adatto a potenziare le proprie funzionalità quanto a proteggere il negozio.

L’app Boomerang per il controllo genitori ora dice ai genitori di acquistare un dispositivo Android, quando acquistano i primi smartphone dei loro figli.

Questo perché i regolamenti di Apple sono diventati così restrittivi dopo aver rilasciato la sua funzione di screentime, che interferisce con le funzionalità dell’app.

Apple Developer

“Ho sempre pensato che si trattasse di una brutta esperienza per l’utente rispetto a ciò che possiamo offrire.” Spiega il cofondatore del Boomerang Justin Payeur. “Non potremmo mai offrire ciò che offriamo su Android.”

Boomerang è solo una delle tante app per lo schermo che sono state soggette alle rigide normative di Apple sulla tecnologia di gestione dei dispositivi mobili, che si è inasprita nei mesi successivi all’annuncio da parte di Apple della propria funzione di tempo dello schermo.

E sebbene Apple abbia fatto marcia indietro sulla decisione di vietare completamente le app di controllo del screentime di terze parti, le sue linee guida per le app di gestione dei dispositivi mobili sono cambiate di nuovo con il rilascio di iOS 13 in autunno, causando nuovi problemi per Boomerang.

Apple sostiene che le sue restrizioni sono lì per proteggere la privacy degli utenti.

Ma le tensioni tra gli sviluppatori di app e Apple non si limitano alle app di controllo parentale.

E i reclami degli sviluppatori arrivano in un momento difficile per Apple.

Poiché le vendite degli smartphone rallentano, Apple fa sempre più affidamento sulle entrate dei servizi, incluse le app vendute sul suo App Store.

Sviluppatori di app sempre più cauti nel lavorare con Apple

Allo stesso tempo, Apple è sottoposta ad un crescente controllo da parte dei regolatori e dei politici sul modo in cui gestisce il suo mercato digitale strettamente controllato, che è l’unico modo ufficiale per gli utenti di iPhone e iPad di scaricare giochi, servizi di social network e strumenti professionali.

Riformare l’ecosistema dell’App Store

Mentre l’iPhone e altri gadget Apple hanno ampliato la loro selezione di funzionalità integrate, gli sviluppatori le cui app autonome offrono funzionalità simili hanno messo in dubbio le motivazioni di Apple.

Alcuni sviluppatori indicano un modello preoccupante quando gli sherlock di Apple, o replicano, le funzionalità offerte nelle loro app.

Sviluppatori di app sempre più cauti nel lavorare con Apple

Secondo alcuni di questi sviluppatori, le loro app sono state espulse dall’App Store o sottoposte a nuovi vincoli, nel periodo in cui Apple ha iniziato a sviluppare funzionalità simili e integrate.

Tile, che crea un prodotto di tracciamento della posizione per aiutare i consumatori a tenere traccia di cose come chiavi e telefoni, ha testimoniato al Congresso il mese scorso che gli utenti della sua app hanno iniziato a ricevere messaggi sconcertanti dalle impostazioni di Apple avvisandoli che venivano monitorati.

Gli avvisi hanno coinciso con l’aggiornamento di Apple della propria funzione per tenere traccia della posizione di un iPhone.

xcode Apple Developer

La reputazione di Apple per lo sviluppo di funzionalità ispirate alle popolari app di terze parti non è nuova. In una conferenza degli sviluppatori nel giugno dello scorso anno, The Verge ha contato nove di questi esempi.

Ma le lamentele degli sviluppatori sono diventate più forti mentre il Dipartimento di Giustizia e la FTC hanno intensificato il loro controllo antitrust sulla società.

Anche gli sviluppatori che non sostengono alcuna interferenza diretta da parte di Apple affermano che il controllo dell’azienda sull’App Store è un conflitto di interessi intrinseco con gli sviluppatori di app.

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

Scarica la nostra App

app per iphone ios App Netflix news app per android

Related posts

Ark: survival e dinosauri arrivano sul mobile

Mattia PlayBlog.it

Hyper Light Drifter è ora disponibile su iPhone e iPad

Roberta PlayBlog.it

La nuovissima Apple Avventura: un Apple Store tropicale

Roberta PlayBlog.it

Lascia un commento