Tecnologia

CEO di Microsoft Nadella: i data center subacquei sono il futuro

Nadella prevede che Project Natick, il centro dati Microsoft di 40 piedi sul fondo marino al largo delle coste della Scozia, potrebbe essere ripetuto in tutto il mondo center subacquei.

Il CEO di Microsoft, Satya Nadella, afferma che i data center sottomarini svolgeranno un ruolo importante nell’espansione della piattaforma di cloud computing globale dell’azienda.

Gli ingegneri del progetto hanno sostenuto in un articolo di IEEE Spectrum che questi tempi di implementazione più brevi potevano consentire a Microsoft di reagire alla domanda di maggiore capacità.

Il centro dati Natick dispone di 12 rack contenenti 864 server, con un sistema di raffreddamento a liquido che trasferisce il calore all’oceano circostante.

Il pod è costruito per durare cinque anni e rimarrà sul fondo del mare per almeno un anno, in quanto Microsoft osserva come funziona.

“È unico nel senso che è sott’acqua, è autonomo, e sostenibile perché richiede energia eolica”

Il pod consuma un quarto di megawatt ed è collegato alla rete delle Isole Orcadi, la cui elettricità è generata da fonti rinnovabili al 100%.

Nel 2016 Microsoft ha lanciato un pod Natick leggermente più piccolo di 30 piedi al largo della California per verificare se potesse eseguire i servizi di Azure dal fondo del mare.

Nadella ha descritto la piattaforma cloud di Azure come, affermando che si estendeva su 54 regioni globali.

Con più data center in ciascuna regione, più di qualsiasi altro fornitore di servizi cloud.

L’analista Canalys stima che la piattaforma Azure di Microsoft abbia generato poco più della metà dei ricavi di 6,2 miliardi di dollari di AWS rivali nel secondo trimestre di quest’anno.

Logo PlayBlog.it

Seguici su Facebook

POST CORRELATI

I migliori Chromebook del 2019

Facebook: bloccare il tracciamento della posizione è ora possibile

Galaxy Fold caratteristiche tecniche dello smartphone pieghevole

Lascia un commento