Tecnologia

YouTube rende gli hashtag più visibili

YouTube ha introdotto silenziosamente nuovi modi per scoprire video negli ultimi mesi.

Ora, il sito sta scaricando un aggiornamento che mostra gli hashtag della descrizione di un video sopra il titolo del video.

Questo piccolo ma, piuttosto evidente cambiamento è solo l’ultima espansione degli hashtag su YouTube dal 2016.

Ma fino ad ora, la società sembra aver perso completamente il punto degli hashtag.

 

La versione dell’azienda dell’hashtag non funziona allo stesso modo in cui siamo arrivati a capire gli hashtag su ogni altro sito di social media.

 

 

A seguito dell’aggiornamento, YouTube ora prenderà i primi tre hashtag che un autore pubblicherà nella descrizione di un video e mostrerà questi hashtag in modo prominente sopra il titolo del video, servendo come una sorta di sistema di categorizzazione.

Il problema con gli hashtag di YouTube, e forse la ragione per cui l’annuncio originale non ha entusiasmato così tanto i suoi utenti, è che gli hashtag non funzionano davvero su YouTube come fanno altrove.

Quando Twitter ha aggiunto i collegamenti ipertestuali agli hashtag nel 2009, ha segnato l’inizio ufficiale dell’ampio abbraccio della symbol. Instagram ha poi lanciato hashtag collegati nel 2011 e Facebook ha seguito nel 2013.

YouTube è in ritardo di dieci anni e, in qualche modo, questo non è nemmeno il più grande problema di YouTube con gli hashtag. È il fatto che YouTube stia cambiando completamente lo scopo degli hashtag e il loro funzionamento.

Sì, l’hashtag è essenzialmente una funzione di ricerca, ma c’è una grande differenza tra i risultati che ricevi quando fai clic su un hashtag su altri siti social e quando cerchi un termine su YouTube.
Il problema con YouTube è che le conversazioni che si verificano sulla piattaforma avvengono tutte in una bolla.

 

Se fai clic su un hashtag di YouTube, vengono visualizzati solo gli altri video caricati che hanno l’hashtag nelle loro descrizioni. Se un popolare YouTuber domina un particolare argomento sulla piattaforma, una buona parte dei risultati che troverai dopo aver cliccato sull’hashtag sono quei particolari video dell’utente.

Invece di saltare all’ultima risposta in una conversazione, facendo clic sull’hashtag verranno restituiti i risultati dei video che sono spesso vecchi di giorni.

Un altro problema con gli hashtag di YouTube è il modo in cui il proprio algoritmo di ricerca visualizza hashtag. Una “#keyword” restituisce risultati di ricerca diversi dalla semplice “parola chiave”.

Questi problemi fanno la sua ultima caratteristica – gli hashtag che appaiono sopra il titolo di un video – un po ‘più interessanti. Facendo ciò, gli hashtag funzionano più come una funzione di categorizzazione.

Resta da vedere se YouTube affronterà i problemi con gli hashtag sulla sua piattaforma o se l’ultima funzionalità segnala che YouTube farà semplicemente le cose diversamente.

Una cosa è certa: l’hashtag che tutti conosciamo e amiamo semplicemente non funziona su YouTube come ci si potrebbe aspettare.

Logo PlayBlog.it

Seguici su Facebook

 

POST CORRELATI

Come creare e condividere GIF animate dal tuo iPhone

Waze e Headspace insieme per allietare il viaggio in auto e sconfiggere lo stress alla guida

playblog.it

Google avvisa di nuovo che Play Music chiude: salva subito i tuoi dati

Alessio PlayBlog.it

Lascia un commento