Tecnologia

Zoom pagherà 85 milioni di dollari per le accuse di violazione della privacy

Zoom pagherà 85 milioni di dollari per mettere da parte le accuse di violazione della privacy

Insieme al risvolto finanziario, Zoom apporterà varie modifiche alla privacy e alla sicurezza come parte del suo accordo per la class action.

Zoom ha accettato un accordo da 85 milioni di dollari per un’azione legale collettiva che accusava la società di condividere in modo improprio i dati degli utenti attraverso integrazioni di software di terze parti con varie piattaforme digitali.

La transazione preliminare è stata depositata nel fine settimana ed è attualmente in attesa dell’approvazione del tribunale.

Da marzo a maggio dello scorso anno sono state intentate contro Zoom 14 cause legali, che sono poi diventate una class action consolidata per le accuse di violazione della privacy.

Nella causa, i membri della classe hanno affermato che Zoom ha ingannato gli utenti sulle sue capacità di crittografia, ha condiviso i dati degli utenti con piattaforme digitali senza consenso e aveva controlli inadeguati di sicurezza e privacy, che hanno portato a zoombombing.

Gli zoombombing sono interruzioni indesiderate e non autorizzate delle riunioni Zoom da parte di partecipanti esterni.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti l’anno scorso ha reso lo zoombomb un crimine,
con le persone che conducono lo zoombomb passibili di multe o arresti per una serie
di accuse statali o federali.

L’importo di $ 85 milioni verrà assegnato in modo che gli utenti
che hanno pagato per un account possano ricevere l’importo maggiore del 15%
del denaro pagato a Zoom per l’abbonamento principale a Zoom Meetings.

Nel frattempo, anche altri utenti che non disponevano di un account di pagamento potrebbero essere idonei a ricevere il rimborso.

Mentre Zoom ha guadagnato $ 1,3 miliardi in abbonamenti dai membri della classe,
gli avvocati del querelante hanno affermato che l’accordo di $ 85 milioni era ragionevole
alla luce dei significativi rischi di contenzioso.

Sebbene i querelanti credano fermamente che il loro caso di responsabilità sia solido e che la certificazione di classe sia giustificata, non è certo se il tribunale alla fine concederà la certificazione, negherà una mozione per giudizio sommario presentata da Zoom, o che i querelanti hanno diritto a un risarcimento.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Windows 10 progetta il nuovo design delle icone

Facebook Libra: Rendimenti da miliardi di dollari

Dovresti lasciare il caricabatterie del tuo smartphone sempre collegato? Quanta energia consumano?

Leonardo Playblog.it

Lascia un commento