Tecnologia

ESL Flowe Championship, l’atteso ritorno di Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege!

ESL Flowe Championship, l’atteso ritorno di Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege!

ESL Italia e Ubisoft dopo il grande successo dell’edizione 2019,  tornano per una competizione dedicata a tutti gli appassionati del titolo sparatutto più seguito in Italia: Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege.

Con un montepremi di 7.400 €, tutti i team esport italiani dell’ fps targato Ubisoft su console avranno una opportunità unica per mettersi alla prova dalla propria PS4™ e testare nuovamente l’adrenalina della competizione. 

Il campionato consiste in quattro tornei di qualifica da disputarsi nelle giornate del 2-3, 6-7, 13-14 e 20-21 gennaio, e una fase finale. 

I primi due team di ciascuno dei tornei di qualifica guadagneranno l’accesso ai quarti di finale del 4 febbraio.

Le fasi finali del 5 e 7 febbraio, a cui accederanno le quattro migliori formazioni, verranno inoltre trasmesse in diretta streaming sui canali ufficiali di Ubisoft Italia con un evento on air presentato da Edoardo “Eddie” Cianciosi e Alessandro “Police” Selmo sul canale Twitch ufficiale di R6 twitch.tv/rainbow6it

Per maggiori informazioni su ESL Flowe Championship è possibile visitare il sito ufficiale della competizione, mentre per iscrivervi alle Cupsi può andare alla pagina dedicata e selezionare la cup prescelta.

ESL Flowe Championship, l’atteso ritorno di Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege!

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

Scarica la nostra App

app per iphone ios App Netflix news app per android

POST CORRELATI

Deal Dell Chromebook 11: fai tutte le cose di Google con pochi euro

L’ultima demo di Unreal Engine presenta il sistema di distruzione ad alte prestazioni

La battaglia infuria nel primo trailer completo per il ritorno di Clone Wars

Lascia un commento