AppleAppStore

Linux e Apple Silicon un passo da gigante con gli ultimi aggiornamenti driver

Linux e Apple Silicon un passo da gigante con gli ultimi aggiornamenti driver

Novità significative arrivano per i driver da Asahi Linux, il progetto che sta tentando, e sta effettivamente riuscendo, di ottenere un sistema operativo che non sia macOS in esecuzione in modo nativo sui Mac Apple Silicon.

Raggiunta una pietra miliare importante: un driver grafico che porta il supporto OpenGL 2 work-in-progress alla distribuzione. Nel frattempo, anche il viaggio degli M-chip verso il supporto di Linux mainstream ha fatto un passo avanti.

I driver open source per le GPU Apple Silicon sono ora disponibili per i test su Asahi Linux! 🎉​

Il nuovo driver, che non ha superato i test di conformità OpenGL ed è decisamente un alfa, può eseguire ambienti desktop come Gnome e Plasma con accelerazione hardware. Gli sviluppatori stanno ancora lavorando al driver, introducendo più funzionalità OpenGL 2 e un’espansione Vulkan pianificata in lavorazione. “Abbiamo stimato che avremmo potuto spedire driver OpenGL 2 funzionanti molto prima di un driver Vulkan 1.0 funzionante e volevamo mettere nelle vostre mani i desktop con accelerazione hardware il prima possibile.

Per la maggior parte, i desktop utilizzano OpenGL, quindi supportare OpenGL prima aveva più senso per noi che immergerci nel profondo Vulkan “, si legge in un post sul blog(si apre in una nuova scheda)scritto da Alyssa Rosenzweig e Asahi Lina.

Il driver è una versione opt-in, il che significa che dovrai installarlo sul tuo Mac Linux utilizzando il gestore di pacchetti pacman. Al momento non è chiaro se il driver possa eseguire Crysis, ma Quake 3 in 4K a 60 fps sembra rientrare nelle sue capacità.

In altre notizie, anche il supporto per i chip della serie M nel kernel Linux principale ha visto un importante miglioramento questa settimana, con l’ unione di un driver di ridimensionamento della frequenza della CPU Apple Silicon nella versione 6.2 del kernel Linux.

Hector Martin, AsahiLinux Lo sviluppatore principale di , ha spiegato su kernel.org: “Questo driver implementa il ridimensionamento della frequenza della CPU per i SoC Apple Silicon, inclusi M1, M1 Max/Pro/Ultra e M2.

Ogni cluster di CPU ha il proprio set di registri e la gestione della frequenza è completamente automatizzata dall’hardware; il driver deve solo scrivere un registro.

C’è il supporto per la frequenza boost, ma l’hardware ne consentirà l’uso solo se solo un sottoinsieme di core in un cluster è in modalità non-deep-idle. Poiché non supportiamo ancora il deep idle, queste frequenze non sono raggiungibili, ma il driver le supporta. Rimarranno disabilitati nell’albero dei dispositivi fino a quando non verrà implementato il deep idle, per evitare di confondere gli utenti. Questo driver non implementa ancora l’ottimizzazione dello stato delle prestazioni del controller di memoria che di solito accompagna gli stati della CPU più elevati. Questo sarà fatto in una patch futura.

Nuovo logo PlayBlog formato bianco

Apple        Android        Tecnologia        Netflix        Prime Video        Offerte

Scarica la nostra App per iOS e Android. 🎬 Con tutte le news aggiornate destinata a tutti gli appassionati di Tecnologia, Apple e tutte le novità in arrivo su 🍿 Netflix, Disney e Prime Video.

Ora puoi ricevere tutti i contenuti di PlayBlog.it direttamente nel tuo telefono!

❤️ Scarica la nostra App ❤️


Seguici su Telegram       Canale Netflix     Offerte Amazon     Prime Video

➡️ Seguici su Telegram nel Canale Netflix: https://t.me/newsITAnetflix
📲 Seguici su Telegram Canale Disney+: https://t.me/disneystreaming
⭐️Seguici su Telegram Canale Prime Video: https://t.me/primevideoita

Seguici anche su Facebook       Instagram       Twitter         Pinterest

POST CORRELATI

Antistress il rompicapo perfetto quando hai bisogno di staccare la spina

Epic ha minacciato di abbandonare iOS se Apple non avesse ceduto alle richieste di Fortnite

L’esperienza horror psichedelica “Happy Game” arriverà su iOS, PC e Switch nel 2021

Lascia un commento