Playstation di Sony e Xbox di Microsoft insieme per il cloud gaming. Paura di Stadia?

Fino a pochi anni fa nessuno ci avrebbe mai creduto ma dopo l’annuncio dell’arrivo di Stadia, il cloud gaming di Google, le due società con le console di gioco più famose di sempre Playstation (Sony) e Xbox (Microsoft) si alleano in questa sfida per lo sviluppo del cloud gaming.

Il cloud gaming sembra uno degli ambiti futuri di sviluppo del mondo dei videogames.

E lo sviluppo di questa tecnologia è punto chiave per il futuro di Sony. Ed è per questo che, quasi a sorpresa, Sony ha recentemente firmato un accordo con Microsoft, Sì esattamente, il produttore di Xbox, che sta lanciando una beta di Project xCloud questo autunno.

Le due aziende hanno concordato di “esplorare lo sviluppo congiunto” di future soluzioni cloud in Microsoft Azure per supportare i rispettivi servizi di giochi e streaming di contenuti.”

Per chi non lo sapesse, Azure è la piattaforma di cloud computing di Microsoft e uno dei suoi segmenti di business di maggior successo. Attualmente Sony offre una libreria di streaming contenente centinaia di giochi per PlayStation 2, PS3 e PS4 tramite PlayStation Now, ma ora mentre la società sta investendo sempre più nel cloud gaming, arriva questo accordo.

Nella visione ideale presentata da Google a marzo, Stadia eliminerebbe le necessità delle console di gioco attraverso lo streaming di videogiochi, visto che facendo un semplice click su un link sarebbe possibile avere all’istante, in alta definizione e con frame rate elevati il videogioco scelto.

Xcloud e Playstation Now, oltre a Google Stadia

PlayStation offre già un servizio di cloud gaming – PlayStation Now, un servizio di streaming lanciato nel 2014. Il servizio consente agli abbonati di accedere a una libreria di oltre 600 titoli PlayStation, PS2 e PS4 per € 14,99 al mese. Microsoft’s Game Pass, pur non essendo un servizio di streaming, offre agli abbonati l’accesso a una biblioteca di 200 giochi a € 9,99 al mese. A settembre, PlayStation Now ha annunciato che avrebbe seguito la strada di Game Pass abilitando i download di giochi nella sua libreria, per giocare offline.

Oltre a questo Microsoft ha in cantiere una soluzione per lo streaming di giochi, xCloud, che ha annunciato lo scorso ottobre.

Risultati immagini per xbox scarlett

La cooperazione tra Sony e Microsoft per il cloud gaming si estenderà anche all’intelligenza artificiale e ai semiconduttori (anche se non per le applicazioni di gioco o di streaming). Ma va detto che la maggior parte dell’annuncio, e la reazione ad esso, si è concentrato sulla collaborazione nel mondo dei videogiochi e sui due rivali che si univano di fronte a una nuova minaccia.

Per molti anni Microsoft è stata per noi un partner commerciale chiave, anche se ovviamente le due società hanno rivaleggiato in alcune aree.

Credo che il nostro sviluppo congiunto di future soluzioni cloud contribuirà notevolmente all’avanzamento dei contenuti interattivi.

ha dichiarato il CEO di Sony, Kenichiro Yoshida

Sony è sempre stata leader sia nell’intrattenimento che nella tecnologia, e la collaborazione che abbiamo annunciato oggi si basa su questa storia di innovazione.

La nostra partnership porta la potenza di Azure e Azure AI a Sony per offrire nuove esperienze di gioco e intrattenimento per i clienti.

ha affermato Satya Nadella, Chief Executive Officer di Microsoft

Solo in futuro potremmo capire che cosa comporterà per il mondo dei videogames! Ma sembra che con questa mossa la sfida a Google Stadia sia lanciata!

Apple        Android        Tecnologia        Game        Netflix

Seguici su Facebook

Leave A Reply

Navigate