Tecnologia

TikTok nega che gli hacker abbiano fatto trapelare il codice sorgente e i dati degli utenti

TikTok nega che gli hacker abbiano fatto trapelare il codice sorgente e i dati degli utenti

Alcuni giorni fa, un gruppo di hacker noto come “AgainstTheWest” ha condiviso un post su un forum di hacking affermando di aver riscontrato violazioni della sicurezza in TikTok e WeChat. Tuttavia, nonostante quanto affermato dal gruppo, TikTok ha ufficialmente smentito tutti i rapporti sugli hacker che hanno fatto trapelare il codice sorgente e i dati sensibili degli utenti.

Il post originale realizzato da AgainstTheWest contiene screenshot di un database che presumibilmente appartiene a TikTok e WeChat. Gli hacker affermano che il database da 790 GB ha oltre 2 miliardi di record, inclusi dati utente, statistiche della piattaforma, codice software, token e altro.

Tuttavia, TikTok non sembra contento delle accuse.

La società ha dichiarato a BleepingComputer (tramite The Verge ) che tutte le accuse del gruppo di hacker sono false. “Questa è un’affermazione errata”, afferma un portavoce dell’azienda. Secondo TikTok, il codice sorgente condiviso sul forum non è correlato alla piattaforma dell’azienda.

Questa è un’affermazione errata: il nostro team di sicurezza ha indagato su questa affermazione e ha stabilito che il codice in questione non è completamente correlato al codice sorgente back-end di TikTok, che non è mai stato unito ai dati di WeChat.

Come rileva il report, l’esperto di sicurezza Troy Hunt (che è il creatore di HaveIBeenPwned) ha menzionato su Twitter che i dati di TikTok ottenuti dagli hacker sono validi. Tuttavia, il database non include dati sensibili. Hunt afferma che “alcuni dati sono spazzatura” poiché parte di essi proviene da dati pubblicamente accessibili.

Allo stesso tempo, l’esperto di sicurezza osserva che il database ottenuto dagli hacker contiene alcune informazioni sulla piattaforma interna. Queste informazioni non sono esattamente utili, ma se vere, ciò rivela che c’è una violazione della sicurezza in TikTok.

TikTok sotto inchiesta

Sia TikTok che WeChat sono costantemente oggetto di indagini poiché entrambe le piattaforme sono cinesi. All’inizio di quest’anno, un commissario della Federal Communications Commission ha chiesto ad Apple e Google di rimuovere TikTok dall’App Store e da Google Play . All’epoca, la FCC sosteneva che il social network fosse un “sofisticato strumento di sorveglianza” per il governo cinese.

Successivamente, TikTok si è impegnato a cambiare il modo in cui gestisce i dati degli utenti con sede negli Stati Uniti per evitare un divieto.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Primo trimestre 2018 a gonfie per Microsoft

Hide and Seek, in prima visione assoluta una nuova serie thriller

playblog.it

I cinque grandi progetti solari di Amazon per alimentare i suoi data center

Lascia un commento