Game Giochi PC PlayStation Xbox

World Video Game Hall of Fame: Nuove entrate

I prescelti dello scorso anno al Game Hall of Fame includevano Donkey Kong, Halo: Combat Evolved, Pokémon Rosso e Verde e Street Fighter II, l’ultimo dei quali è stato ripubblicato come cartuccia SNES da Capcom nel 2017 per celebrare il trentesimo anniversario della franchigia.

La di The Strong è stata fondata nel 2015 per riconoscere i singoli giochi elettronici di tutti i tipi che hanno esercitato la loro influenza sull’industria dei videogiochi o sulla cultura pop e sulla società e hanno goduto di popolarità per un periodo prolungato.

Il Strong National Museum of Play ha introdotto quattro nuovi membri nella sua World Video Game Hall of Fame.

John Madden Football, Tomb Raider, Final Fantasy VII e Spacewar!

John Madden Football

Electronic Arts ha ridefinito il moderno videogioco sportivo con il suo reboot del 1990 di John Madden Football. Il nuovo gioco si è spostato oltre i suoi predecessori di giochi sportivi che hanno enfatizzato la modellazione statistica, trasformando la griglia virtuale in un gioco d’azione che ha prosperato nei confronti individuali tra giocatori virtuali. Il gioco ha creato un fenomeno culturale pop che ha venduto oltre 100 milioni di copie dal suo debutto.

“Il gioco orientato all’azione di John Madden Football ha cambiato il modo in cui giochiamo e consumiamo i videogiochi sportivi, e persino il modo in cui vengono trasmessi i giochi sportivi attuali”, afferma Jeremy Saucier, vice presidente di The Strong per l’interpretazione e i giochi elettronici. “È annuale, il rilascio aggiornato del gioco ha modellato il percorso verso il successo per i franchise in altri sport come il calcio, l’hockey, il baseball e il basket”.

Tomb Raider

Combinando i migliori elementi di giochi di azione e avventura con giochi di piattaforma e rompicapo, Tomb Raider (1996) ha fornito ai giocatori un universo 3-D cinematografico unico, una grafica all’avanguardia e una protagonista femminile che rimane una figura iconica nel gioco. In gran parte grazie al personaggio di Lara Croft e al ritratto teatrale di Angelina Jolie in un film di grande successo, Tomb Raider gode di un appeal diffuso tra giocatori e non giocatori, e attualmente è a capo di un franchise che ha venduto più di 58 milioni di unità in tutto il mondo.

“Il Guinness World Records cita Lara Croft come il” personaggio dei videogiochi femminile più riconosciuto di tutti i tempi “, afferma il curatore Shannon Symonds. “Il personaggio non è privo di polemiche per il suo precoce status di sex symbol, ma si è evoluta con il franchise per diventare l’epitome di un forte eroe femminile”.

Final Fantasy VII

Final Fantasy VII di Square Co. ha portato la già famosa serie di Final Fantasy a nuovi livelli di realizzazione tecnica e sviluppo della storia quando debuttò nel 1997. Introdusse la grafica computerizzata in 3-D; full-motion, video-cut-scene; e una trama profonda e complessa per il franchise.

Il gioco ha venduto oltre 10 milioni di unità, rendendolo il secondo gioco più popolare per la Sony PlayStation. “Final Fantasy VII è ampiamente acclamato come il gioco che ha rotto i giochi di ruolo giapponesi in popolarità mainstream in tutto il mondo”, afferma il curatore Shannon Symonds. “Oltre ai suoi successi tecnici, ha anche introdotto il mondo in personaggi memorabili – come il protagonista Cloud e il criminale Sephiroth – che sono apparsi in altri giochi in franchising e in una miriade di media”.

Spacewar !

Steve “Slug” Russell, membro del Tech Railroad Club del Massachusetts Institute of Technology, ha lavorato con altri al MIT per creare Spacewar! nel 1962 su un minicomputer PDP-1. Il gioco ha visto due navi stellari sparare siluri a vicenda, e i suoi aspetti competitivi hanno contribuito a diffondersi dal centro di calcolo al centro di calcolo in tutto il mondo.

Questo primo videogioco ha ispirato il primo videogioco di videogiochi di massa, il Computer Space di Nolan Bushnell, fondatore di Atari. “Spacewar! non era un gioco commerciale, ma ha contribuito a lanciare l’industria del videogioco multimiliardario “, afferma Jon-Paul Dyson, vice presidente e direttore del Centro internazionale di storia dei giochi elettronici di The Strong. “Ha anche spronato gli utenti di computer di tutti i tipi a pensare a nuovi e creativi usi per i computer e ha contribuito a trasformare il computer nel più potente giocattolo mai creato”.

 

Cosa ne pensate? Lasciate un commento

Logo PlayBlog.it

Related posts

Epic Games acquisisce la società di software anti-cheat per Fortnite

PS5 prezzo e data di lancio: cosa sappiamo?

Alessio PlayBlog.it

Pokémon Go smetterà di funzionare sui vecchi dispositivi Android e iOS a ottobre

Alessio PlayBlog.it

Lascia un commento