Google Stadia: l’enorme scommessa sul futuro del gaming

Google Stadia: In un keynote alla Game Developers Conference di San Francisco, Google ha annunciato un nuovo servizio, Stadia, che consentirà ai giocatori di giocare ai più grandi giochi su qualsiasi dispositivo Android o basato su Chrome (incluso qualsiasi dispositivo con un browser Chrome).

Potrebbe essere straordinario e il servizio in sé porta una nuova evoluzione nel gaming.

Google svela il suo servizio di videogiochi Stadia

Google non è il primo a tentare lo streaming di giochi – Nvidia lo ha fatto tramite il suo servizio GeForce Now dal 2015, mentre la startup europea Shadow ha lanciato il suo servizio di giochi in streaming negli Stati Uniti nel 2018 . Nel frattempo uno dei rivali più ovvi di Google, Microsoft, prevede di lanciare il proprio servizio di streaming di giochi entro la fine dell’anno.

Il servizio Stadia di Google funziona su qualsiasi dispositivo che supporta il protocollo Chromecast. Il che significa iOS, Android, Chrome OS, macOS, Windows e persino il dongle Chromecast. Parlano tutti con uno dei 7.500 nodi di data center di Google (che si estendono su tutto il globo) e riconoscono il tuo account specifico, permettendoti di passare da un dispositivo all’altro senza un sacco di mani disordinate tra i sistemi, perché il gioco reale è in corso di nuovo al data center.

Nella demo su palco controllato, la mano libera da un sistema all’altro è stata perfetta: un risultato lontano dalla mia esperienza con Shadow, che può fare la stessa cosa con una certa misura di ritardo quando si cambia dispositivo.

Stadia supporterà fino a una risoluzione 4K a 60 frame al secondo, con HDR e audio surround e un secondo stream, per scopi di streaming su YouTube, a 4K e 60fps. Google promette anche 8K e 120 fps in un aggiornamento futuro.

Il servizio non è solo un’istanza Windows 10 in esecuzione su un server da qualche parte. Invece Stadia è una piattaforma completamente nuova basata su Linux e in esecuzione su hardware AMD personalizzato.

  • Le CPU sono un processore x86 personalizzato che gira a 2.7Ghz, con 16GB di RAM e una GPU personalizzata che utilizza la superba memoria HBM2 e capace di 10,7 teraflop di potenza, alla pari con la Nvidia RTX 2080, che genera 10,1 teraflop. 
  • Per riferimento la PS4 utilizza 4.2 teraflops,
  • Mentre la Xbox One X fa 6 teraflop. Quindi questo dovrebbe essere abbastanza potente per la maggior parte dei giochi.

Tuttavia, questi giochi non possono essere migrati immediatamente da una console o dalla piattaforma Windows. 

Risultati immagini per stadia
Google Stadia: l’enorme scommessa sul futuro del gaming

La piattaforma Stadia è completamente nuova, quindi i giochi dovranno essere sviluppati per questo. Ma la piattaforma fornirà due cose che le piattaforme tradizionali non consentono l’accesso istantaneo per aiutare, tramite Assistente Google, e la pubblicità integrata tramite YouTube. Se stai guardando un flusso di un nuovo gioco, puoi semplicemente fare clic su “Partecipa” e ottenere il gioco, o addirittura fare la fila per lo stream di YouTuber.

Con Google Stadia lo streaming è diventato un modo cruciale per gli sviluppatori di giochi per pubblicizzare meglio i propri giochi, quindi aggiungere un pulsante “riproducilo ora” dovrebbe renderlo interessante per gli sviluppatori.

Lo streaming di giochi è, secondo molti del settore , il futuro di come giochiamo ai giochi più impegnativi, che sfruttano risorse su personal computer che costano migliaia di più di un Nintendo Switch. Invece di un grande PC, i giocatori dovrebbero essere in grado di iscriversi a un servizio e lasciare che qualche server remoto gestisca tutto il lavoro pesante.

Google Stadia – Trailer

Ma ci sono stati due grossi problemi con questo: Latency, che potrebbe rendere i giochi che richiedono finezza, come sparatutto e giochi di combattimento, non riproducibili e throughput di Internet.

Lo streaming di un gioco consuma molti dati e persino Google, in versione beta, richiedeva circa 25 Mbps per riprodurre in streaming qualcosa di interessante e attraente da remoto. Google non ha ancora comunicato i requisiti di velocità per Stadia.

Risultati immagini per stadia

Tuttavia, una soluzione presentata per la gestione della latenza è un nuovo controller che si collega direttamente ai server di Google anziché al dispositivo su cui stai giocando. Ciò dovrebbe, teoricamente, ridurre la quantità di lag di input.

Logo PlayBlog.it

Apple        Android        Tecnologia        Game        Netflix

Seguici su Facebook


Leave A Reply

Navigate